06/08/2019 Redazione

Nuovi appuntamenti culturali in tutta Italia: un salto nell’estate

Nuovi appuntamenti dell’Estate Romana dal 2 al 7 agosto

Vacanze romane tra arte, musica

cinema, libri, rassegne e concerti

Il mese di agosto si apre con una settimana ricca di eventi per l’Estate Romana. Concerti, dalla classica al rock, spettacoli teatrali, dalla prosa alla stand up comedy, e ancora cinema, libri, laboratori per grandi e piccini e passeggiate alla scoperta della Capitale.

In ogni Municipio, tante diverse occasioni per trascorrere del tempo in città grazie al contributo delle tante realtà risultate idonee ai due avvisi pubblici Estate Romana 2019 ma anche delle istituzioni culturali cittadine.

 

Fino al 3 settembre, il Parco di Ponte Nomentano ospita la 3ª edizione di ArenAniene, la rassegna di film, iniziative culturali e ambientali a cura di Mediterranea Production. Tra le proiezioni in cartellone questa settimana: lunedì 5, “Un valzer tra gli scaffali” di Thomas Stuber; martedì 6, “Dolor y gloria” di Pedro Almodovar. L’inizio delle proiezioni è previsto per le 21.15.

 

Prosegue fino all’8 settembre CineCorvialestate: l’arena a ingresso gratuito sotto la lunga striscia del “Serpentone”. All’esterno della Biblioteca Renato Nicolini, l’Associazione Il Giardino in Festa propone un ricco palinsesto di proiezioni alle 21 tra le quali questa settimana segnaliamo: martedì 6, “Gatto Nero, Gatto Bianco” di Emir Kusturica.

 

Ultime repliche, giovedì 1° e venerdì 2 agosto alle ore 21.15 al Casale San Pio V  (via del Casale San Pio V, 44) per Inferno, il progetto teatrale site specific della Link Theatre, Centro Ricerca della Università degli studi Link Campus University ispirato ad alcuni Canti dell’opera dantesca e diretto da Silvio Peroni.  A ogni spettacolo, gratuito su prenotazione, fino a esaurimento posti, seguirà un incontro della compagnia con il pubblico.

 

Il 2 agosto si chiude in Piazza Fabrizio De Andrè anche L’Aperossa – Cinquanta sfumature di donna, la rassegna cinematografica gratuita a cura alla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico. Ultimo appuntamento in programma: venerdì 2 alle 21, proiezione del cortometraggio in omaggio a Ugo Gregoretti Tribuna padronale e a seguire, in chiusura alle 21.30, “Bianca” di Nanni Moretti.

 

Si conclude il 3 agosto invece, al Parco Nomentano, la terza edizione dell’Aniene Festival a cura dell’Associazione Culturale La Pentola a Pressione. Tra gli eventi gratuiti in programma questa settimana, sabato 3, Festa di chiusura: alle 20.30, lezione gratuita di Jazz Steps livello Open a cura della scuola Savoy Swing di Francesca De Vita e, alle 22, concerto della Lucrezia’s Small Band.

 

In chiusura il 4 agosto Pirandelliana, la rassegna a cura della Compagnia Teatrale La Bottega delle Maschere ospitata nel Giardino della Basilica di Sant’Alessio all’Aventino. In cartellone alle 21.15, Tutto per bene (in scena il martedì, il giovedì e il sabato) e gli Atti unici: L’altro figlio, Male di luna, Notte, L’uomo dal fiore in bocca e All’uscita (in scena il mercoledì, il venerdì e la domenica).

 

Si conclude il 4 agosto anche Teatro a Righe, la manifestazione gratuita a cura di Artestudio. Tra gli ultimi appuntamenti nel Giardino della Casa Internazionale delle Donne, domenica 4, in chiusura, alle 21, performance – workshop Biancomuro. Per Beckett a cura sempre di  Riccardo Vanniccini e la Compagnia Cimitero delle Bottiglie; alle 22, va in scena lo spettacolo di teatrodanza La delicata preda della Refugee Theatre Company.

 

Il 5 agosto, nella Biblioteca Aldo Fabrizi, in chiusura il Tor Cervara – San Basilio Film Festival a cura dell’Associazione Trousse. Tra le ultime proiezioni, tutte a ingresso libero, segnaliamo: venerdì 2 alle 21, Tutto a posto niente in ordine di Lina Wertmuller; lunedì 5, in chiusura, alle 21.30, L’odio di Mathieu Kassovitz.

 

Si conclude inoltre, il 5 agosto, la programmazione musicale di Villa Ada – Roma incontro il Mondo a cura di D’Ada srl. Tra gli spettacoli di questa settimana tutti alle 21.30, venerdì 2, appuntamento con il folk romano de Il Muro del Canto;  domenica 4, serata tributo con De Andrè 2.0: a 20 anni dalla scomparsa dell’artista genovese, un concerto per ripercorrerne la carriera e la poesia. Lunedì 5, grande festa finale a ingresso gratuito: sul palco un omaggio alla Capitale con alcuni degli artisti romani più rappresentativi, Brusco e Funkallisto, a cui si aggiungerà qualche sorpresa.

 

In chiusura il 6 agosto Ciak si suona il progetto dell’Associazione socio culturale Parco Milvio, ospitata lungo la banchina del Tevere vicino a Ponte Milvio. Un ciclo di spettacoli live, ma anche una mostra, laboratori di sviluppo musicale e dibattiti sul particolare settore della composizione della musica al servizio delle immagini. Segnaliamo venerdì 2 alle 21.30, il concerto del 432 Quartet che eseguirà musiche di Morricone, Williams, Bacalov, Chopin, Debussy e Respighi.

 

MUSICA

 

Prosegue fino al 15 agosto, a Ostiense, la seconda edizione di Parco Schuster, il festival completamente gratuito a cura di Knock srl. Gli eventi in programma questa settimana sono: sabato 3, festa finale de la Disillusione con i Glamorize; domenica 4, suoni da tutto il mondo con l’ensemble musicale della Med Free Orkestra, composta da tredici musicisti di diverse nazionalità ma nata nel quartiere romano di Testaccio nel 2010. Martedì 6, salirà sul palco Liberi Liberi, tribute band di Vasco Rossi con la partecipazione di Alberto Rocchetti, tastierista storico di Vasco dal 1989 a oggi. L’inizio dei concerti è previsto alle 21.

 

A Villa Celimontana, continua fino al 10 settembre la programmazione di Village Celimontana a cura del Jazz Village Roma srls. Tra i concerti  gratuiti di questa settimana: sabato 3, Riccardo Mei canta Sinatra con la Bixie Big Band; ancora swing domenica 4, con Hot Stompers e martedì 6, con la Happy Feet Swingin’Band. Mercoledì 7, appuntamento con il latin jazz di Claudia Marss e il Progetto Raizes. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 22.

 

Fino al 22 settembre, l’Associazione Roma Musica e Cultura propone Gianicolo in Musica. Tra gli eventi in cartellone questa settimana: domenica 4 agosto, concerto gratuito del Young Art Jazz Ensemble “Songs Of Women” diretto da Mario Corvini; lunedì 5, Italian Unit Quintet live a ingresso libero con Piero Odorici (sax), Andrea Pozza (piano), Flavio Boltro (tromba), Lorenzo Conte (contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria); martedì 6, il sassofonista Dave Binney salirà sul palco con il Perfectrio di Roberto Gatto (batteria), Alfonso Santimone (piano Fender Rhodes) e Pierpaolo Ranieri (basso). Special guest a sorpresa invece, mercoledì 7, per il concerto gratuito del Mario Donatone Trio. Tutti i concerti avranno inizio alle 21.30.

 

Proseguono fino al 28 settembre, nell’Area archeologica del Teatro di Marcello, I Concerti del Tempietto a cura dell’Associazione Culturale Il Tempietto. Un calendario di oltre 70 concerti di musica classica ogni sera alle 20.30, preceduti alle 19.45 da una breve visita guidata all’area storico-archeologica e alle 19.30 da una “Jam Session letteraria pop”. In programma questa settimana: giovedì 1° agosto, Original Live Tuttoappignani con Marcello Appignani che eseguirà composizioni originali per pianoforte e chitarra; venerdì 2, concerto con la pianista Margherita Busti su musiche di Chopin, Schubert e Debussy; sabato 3, va in scena l’opera buffa in due atti di Giovanni Battista Pergolesi, La Serva Padrona con Alessandro Calamai (basso) e Dominika Zamara (soprano) accompagnati al pianoforte da  Franco Moro. Domenica 4, concerto di Flavia Feudi (clarinetto) e Maddalena Miramonti (pianoforte) che eseguiranno musiche di Brahmns, Gorajski, Rota e von Weber; lunedì 5, il pianista Paolo Scanabissi si esibirà sulle musiche di Chopin, Poulenc, Prokofiev e Albeniz; martedì 6, Bach, Beethoven e Schubert saranno i protagonisti del concerto per pianoforte di Chantal Balestri; mercoledì 7, si cambia genere con The Jazz Vojager Project che vedrà sul palco il bassista Bruno Pantalone, Danilo Gambardella al pianoforte e Alessandro Picucci alla batteria.

 

CAMMINANDO

Proseguono fino al 29 settembre le Visite Guidate Teatralizzate de I Viaggi di Adriano che propone tutti i venerdì alle 21.30 e sabato alle 21 diversi appuntamenti per conoscere Roma in modo innovativo e per entrare in contatto con la storia e i suoi protagonisti. Le prossime visite sono: venerdì 2 agosto, La vera storia del Marchese del Grillo, da Piazza del Quirinale al Rione Monti; Caravaggio a Roma: vita e opere, con partenza da Piazza Borghese. Sabato 3, La vera storia del Conte Tacchia, con partenza da Piazza Pasquino; A spasso con Trilussa, con partenza da Piazza di Spagna.

 

TEATRO

 

Ultima replica, venerdì 2 agosto alle ore 21.15  per Inferno, il progetto teatrale site specific della Link Theatre, Centro Ricerca della Università degli studi Link Campus University ispirato ad alcuni Canti dell’opera dantesca e diretto da Silvio Peroni.  La rappresentazione al Casale San Pio V (via del Casale San Pio V, 44) è frutto di una residenza artistica diretta dallo stesso Peroni in collaborazione con Alessandra Lanciotti per i movimenti scenici e Filippo Lilli per la sonorizzazione teatrale. A ogni spettacolo, gratuito su prenotazione, fino a esaurimento posti, seguirà un incontro della compagnia con il pubblico.

 

Si conclude il 4 agosto Teatro a Righe, la manifestazione gratuita a cura di Artestudio. Gli ultimi appuntamenti nel Giardino della Casa Internazionale delle Donne sono: sabato 3 alle 17, il Workshop Esterno Notte con Riccardo Vanniccini e la Compagnia Cimitero delle Bottiglie; domenica 4, in chiusura, alle 21, performance – workshop Biancomuro. Per Beckett a cura sempre di  Riccardo Vanniccini e la Compagnia Cimitero delle Bottiglie; alle 22, va in scena lo spettacolo di teatrodanza La delicata preda della Refugee Theatre Company.

 

In chiusura il 4 agosto anche Pirandelliana, la rassegna a cura Compagnia Teatrale La Bottega delle Maschere ospitata nel Giardino della Basilica di Sant’Alessio all’Aventino. In cartellone, Tutto per bene (in scena il martedì, il giovedì e il sabato) e gli Atti unici: L’altro figlio, Male di luna, Notte, L’uomo dal fiore in bocca e All’uscita (in scena il mercoledì, il venerdì e la domenica). Gli appuntamenti di questa settimana, dunque, sono giovedì 1° agosto e sabato 3 con Tutto per bene e venerdì 2 e domenica 4 con gli Atti unici. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21.15.

 

I Giardini della Filarmonica Romana ospitano fino al 4 settembre I Solisti del Teatro, lo storico festival proposto dalla Cooperativa Teatro91 con la direzione artistica di Carmen Pignataro. Tra gli spettacoli in programma questa settimana segnaliamo: lunedì 5, Il canto libero delle stelle mediterranee scritto e interpretato da Francesca Bellino con le musiche di Stefano Saletti (oud, bouzouki, chitarra, percussioni, canto) e Barbara Eramo (canto, u-bass, percussioni); martedì 6, Dimensione vaga uno spettacolo a cura di Pino Strabioli di e con Cecilia d’Amico che sarà accompagnata dalla voce di Leontina Pallavicino e le note al pianoforte del M° Riccardo Biseo; mercoledì 7, va in scena Cuoro, spettacolo di e con Gioia Salvatori con la regia di Giuseppe Roselli. Gli spettacoli inizieranno alle 21.30.

 

Il Museo Pietro Canonica ospita dal 7 al 25 agosto, lo spettacolo teatrale Shakespeare Horror Story dell’attore e regista siciliano di origini russe Daniele Gonciaruk e a cura delle Officine Dagoruk. Un viaggio dentro le pagine più cruente e crudeli delle tragedie del bardo, dal Macbeth a Re Lear: gli spettatori accompagnati da un attore-guida scopriranno durante il percorso le più affascinanti e drammatiche pagine della letteratura shakespeariana. A fare da filo conduttore la vicenda di Tito Andronico, testo pregno di romanità. Lo spettacolo andrà in scena alle 20, dal mercoledì alla domenica.

 

FILM

 

Si conclude il 5 agosto, nella Biblioteca Aldo Fabrizi, il Tor Cervara – San Basilio Film Festival a cura dell’Associazione Trousse. Le ultime proiezioni, tutte a ingresso libero, sono: venerdì 2 alle 21, Tutto a posto niente in ordine di Lina Wertmuller; alle 22.30, La Battaglia Di Algeri di Gillo Pontecorvo. Lunedì 5, in chiusura, alle 21.15, Indovina chi ti porto per cena di Amin Nour e, alle 21.30, L’odio di Mathieu Kassovitz.

 

 

 

Fino al 1° settembre appuntamento sull’Isola Tiberina con L’Isola del Cinema, la manifestazione promossa dall’Associazione Culturale Amici di Trastevere giunta alla sua XXV edizione. Tra le serate di questa settimana segnaliamo: venerdì 2 alle 21.30, in Arena, “Green Book” di Peter Farrelly; sabato 3 alle 22, su Schermo Tevere, per il ciclo Roma nel Cinema, proiezione gratuita de “La congiuntura” di Ettore Scola; domenica 4 alle 21.30, in Arena, “Il professore e il pazzo” di Farhad Safinia; lunedì 5 alle 21.30, sempre in Arena, omaggio ad Andrea Camilleri con la proiezione di “Conversazioni su Tiresia” diretto da Roberto Andò; martedì 6 alle 21.30, ancora in Arena, “Domani è un altro giorno” di Simone Spada; mercoledì 7 dalle 22, in Cinelab, per il ciclo Fuori Norma, proiezione di “Se penso a quel giorno” di Iginio De Luca e “Guarda in alto” di Fulvio Risuleo.

 

A Villa Lazzaroni, fino al 2 settembre, appuntamento con il Parco del Cinema, a cura dell’Associazione Culturale Arene Diverse. Le proiezioni in cartellone questa settimana alle 21.15 sono: venerdì 2, Il campione di Leonardo D’Agostini; sabato 3, 10 giorni senza mamma di Alessandro Genovesi; domenica 4, Bohemian Rapsody di Bryan Singer. Lunedì 5, Tutti lo sanno di Asghar Farhadi; martedì 6, Il primo Re di Matteo Rovere; mercoledì 7, Il grande spirito di Sergio Rubini.

 

Fino al 3 settembre, il Parco di Ponte Nomentano ospita la 3ª edizione di ArenAniene, la rassegna di film, iniziative culturali e ambientali a cura di Mediterranea Production. Si conferma anche quest’anno lo slogan della manifestazione, “ogni sera un film che ha vinto un premio”: per sei sere alla settimana un pezzetto di Venezia, Cannes, Berlino, Taormina, Roma, Los Angeles approderà sulle rive dell’Aniene mentre una volta alla settimana, la “wild card” della direzione artistica selezionerà un lavoro ritenuto particolarmente meritevole. Le proiezioni in cartellone questa settimana sono: venerdì 2, Virgin Mountain di Dagur Kari (Tribeca Film Festival 2015 Premio miglior film); sabato 3, Bangla di Phaim Bhuiyan (Nastro d’argento 2019 Miglior film commedia); domenica 4, L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca (Nastro d’argento Miglior attore in un film commedia); lunedì 5, Un valzer tra gli scaffali di Thomas Stuber (Festival di Berlino 2019 Premio della giuria ecumenica); martedì 6, Dolor y gloria di Pedro Almodovar (Festival di Cannes 2019 Premio miglior attore); mercoledì 7, Dumbo di Tim Burton. L’inizio delle proiezioni è previsto per le 21.15.

 

AGIS Lazio propone fino all’8 settembre al Parco Talenti la prima edizione del Cine Village Talenti. Di seguito, alcuni degli eventi di questa settimana: venerdì 2 alle 20.20, incontro con il pubblico del regista Nanni Moretti e, a seguire, proiezione del film – documentario Santiago, Italia. Sabato 3 alle 20, per il ciclo Notti di (Fanta)Scienza a cura di Scienzainsieme, Un mare da salvare: incontro a ingresso libero con Federico Oteri, Marina Penna, Barbara La Porta (ricercatori ISPRA) e Gianmaria Sannino, responsabile del Laboratorio Modellistica Climatica e Impatti – Enea; domenica 4 alle 21, sullo schermo, Dumbo di Tim Burton. Lunedì 5 alle 20.45, incontro con il regista Matteo Rovere e l’attore Alessandro Borghi accompagnati da Christian Raimo, giornalista e scrittore; a seguire, proiezione del film Il primo Re; martedì 6 alle 20.45, il giornalista Marco Visotti incontrerà l’attore Vinicio Marchioni protagonista del film Dolcissime che verrà proposto al pubblico alla fine dell’incontro; mercoledì 7, sempre alle 20.45, in anteprima, proiezione del film Fast & Furious Hobbs & Shaw di David Leitch. Per tutta la durata della manifestazione, inoltre, CONI Lazio e CIP Lazio offriranno gratuitamente nel Corner dello Sport la possibilità di praticare una serie di discipline sportive, assistiti da istruttori e tecnici qualificati. A partire dalle 19, ogni martedì e giovedì, lo spazio proporrà football americano e, ogni venerdì e sabato, tennis da tavolo.

 

Fino all’8 settembre, appuntamento in Piazza Benedetto Brin con Arena Garbatella, l’arena cinematografica estiva a cura di Olivud srl. Queste le proiezioni in programma questa settimana alle 21.15: giovedì 1° agosto, Ricordi? di Valerio Mieli: parteciperà alla serata la montatrice Desideria Rayner; venerdì 2, Croce e Delizia di Simone Godano che incontrerà il pubblico; sabato 3, Il grande spirito: ospite il regista e attore Sergio Rubini; domenica 4, proiezione de Il primo Re e incontro con il regista Matteo Rovere. Lunedì 5, Sulla mia pelle di Alessio Cremonini; martedì 6, A star is born di Bradley Cooper; mercoledì 7, Il Corriere – The Mule di Clint Eastwood.

 

La Casa del Cinema propone fino al 9 settembre Caleidoscopio: 86 serate gratuite di cinema nel Teatro all’aperto Ettore Scola a Villa Borghese. Gli appuntamenti, previsti alle 21, in programma questa settimana sono: giovedì 1° agosto, proiezione di Agorà di Alejandro Amenabar; venerdì 2, quinta e sesta puntata de L’amica geniale di Saverio Costanzo; sabato 3, Le Concert di Radu Mihaileanu; domenica 4, proiezione del film dall’opera di Wolfgang Amadeus Mozart, Don Giovanni con la regia di Joseph Losey. Lunedì 5, appuntamento con i classici: sullo schermo L’Armata Brancaleone di Mario Monicelli; martedì 6, A cavallo della tigre di Carlo Mazzacurati; mercoledì 7, Populaire di Régis Roinsard.

 

Prosegue fino al 9 settembre, nel Giardino Liberty del Liceo Righi di Roma, Estate al Liceo Righi, l’arena cinematografica a cura di Boncompagni22. 60 serate di cinema ma anche incontri con i registi, presentazioni di libri, concerti di musica classica e dibattiti con le associazioni del territorio. Le proiezioni in calendario questa settimana alle 21.15 sono: sabato 3, Domani è un altro giorno di Simone Spada; domenica 4, Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno. Lunedì 5, serata in ricordo delle città vittime dell’atomica, Hiroshima e Nagasaki, con dibattitto a cura dell’ANPI e proiezione del film d’animazione giapponese La tomba delle lucciole di Isao Takahata; martedì 6, La grande scommessa di Adam McKay; mercoledì 7, Oceania di John Musker.

 

INCROCI ARTISTICI

 

Dal 19 al 22 Settembre 2019 prenderà il via all’interno del Palazzo delle Esposizioni la VI° edizione di Live Cinema Festival, la manifestazione a cura di Flyer Communication srl dedicata alle arti digitali audiovisive.  Ad anticipare la kermesse ci sarà per tutto il mese di agosto e fino al 19 settembre la sezione Screenings con About Live Cinema, una preview di proiezioni nel bookstore del Palazzo delle Esposizioni, durante l’orario di apertura del museo, che mira a preparare il pubblico alle performance del festival. Interviste, anteprime e backstage di alcuni dei migliori artisti delle passate edizioni e nuovi contenuti, per comprendere al meglio il processo creativo di questa nuova disciplina audio-video. Durante i giorni del festival, nell’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni la sezione Screenings continuerà con la selezione di documentari, making of e interviste. Di seguito l’elenco degli artisti e i contenuti di About Live Cinema: LCF 2014-2018 Report;  The Light Surgeons – In Profile; Dies_ – Materia Sonica; Addictive TV; Orchestra of Samples by AV artists Showreel; Klaus Obermaier – audiovisual performance; Ernesto Sarasa (Fonosträbico) – Ente; Nikita Diakur | Experimental short film.

 

Ultime battute anche per la VIII edizione del Casale Caletto Festival, la manifestazione gratuita promossa dall’Associazione Trousse in programma in via di Cervara.  Per la giornata finale, domenica 4 agosto dalle 18 alle 20, incontro in collaborazione con il Centro Socio Culturale Casale Caletto durante il quale, alla presenza del direttore artistico Giorgio Granito,  verranno mostrati i video e le foto realizzate nel corso della manifestazione. Per l’occasione, gli abitanti del territorio potranno presentare proposte e suggestioni per migliorare l’intervento culturale nel quartiere.

 

C’è tempo fino al 30 agosto per partecipare gratuitamente al contest poetico di Break Point Poetry – Città Poetica 2019, il progetto organizzato dall’Associazione Culturale Roma Centro Mostre. Per prendervi parte, è sufficiente collegarsi al sito www.erreciemme.net o alle pagine social della manifestazione e inviare il proprio componimento all’indirizzo bpp.cittapoetica@erreciemme.net. Il materiale selezionato sarà pubblicato sul sito di Roma Centro Mostre e parteciperà al reading poetico a ingresso libero del 14 settembre al Giardino di Largo Alessandrina Ravizza.

 

Nei Giardini di Castel Sant’Angelo, fino al 1° settembre continua Letture d’Estate a cura della Federazione Italiana Invito alla Lettura. Tra gli eventi completamente gratuiti in programma questa settimana: venerdì 2 alle 21.30, lo scrittore, viaggiatore e soul surfer Winki incontrerà il pubblico per presentare Garuda, lo zen e l’arte del surf (Rizzoli); sabato 3 alle 21.30, serata di stelle e astrologia con Simon & The Stars; domenica 4 alle 21.30, concerto della polistrumentista Lavinia Mancusi. Lunedì 5 alle 21.30, protagonista L’incredibile storia degli imperatori romani (Newton Compton) narrata dall’autore Massimo Blasi che sarà accompagnato dallo storico Giuseppe Concilio e da Silvia Orlandi, docente di Epigrafia latina all’Università La Sapienza; martedì 6 alle 21.30, Andrea Cedrola presenterà Corpi di passaggio (Fandango); mercoledì 7 alle 21.30, appuntamento con la musica con la Enrico Crivellaro e Simone Nobile Blues Band: ospite speciale il chitarrista Alex Orelli.

 

Prosegue al Parco Archeologico di Ostia Antica la IV edizione di Ostia Antica Festival 2019 – Il Mito e il Sogno, a cura de I Borghi srl. Di seguito, gli ultimi spettacoli previsti per il mese di agosto: venerdì 2, omaggio a Giorgio Albertazzi con la ripresa “nova” del Mercante di Venezia che vedrà sul palco Mariano Rigillo e Romina Mondello; sabato 3, è la volta di Lino Guanciale in Itaca… il viaggio con le musiche e la regia di Davide Cavuti: dall’Ulisse omerico a quello di Dante, Pascoli, D’Annunzio, Joyce e altri ancora.

Domenica 4, Le parole note, un incontro tra letteratura e musica con l’inconfondibile voce di Giancarlo Giannini e la musica del quartetto di Marco Zurzolo: da Angiolieri a Neruda, in racconto dell’amore, della donna e della passione. L’inizio degli spettacoli è alle 21. I prossimi appuntamenti sono previsti per il mese di settembre.

 

Fino al 6 settembre, nelle Biblioteche Mameli (fino al 2 agosto) e Collina della Pace (dal 2 al 6 settembre) continua Un’Estate Animata a cura di Lanterna Magica: un centro estivo totalmente gratuito a beneficio dei bambini dai 7 ai 13 anni residenti nel V e VI Municipio della Capitale. Questa settimana appuntamento fino al 2 agosto nella Biblioteca Mameli: la mattina dalle 9 alle 13 e il pomeriggio dalle 14 alle 18.  Venerdì 5, la Biblioteca ospiterà la Festa finale per salutare i piccoli ospiti del campo estivo con attività e giochi dalle 16 alle 19.

 

Fino al 25 agosto, appuntamento nel cortile del Teatro del Lido di Ostia con Teatri d’Arrembaggio – Piraterie, Incanti e Castelli di Sabbia, il festival multidisciplinare, multimediale e gratuito a cura dell’Associazione Culturale Valdrada. in programma questa settimana: venerdì 2 agosto alle 17.30, Laboratorio della creta a cura di Antonietta La Rocca: un’esperienza creativa e sensoriale durante la quale i bambini, dai 6 al 10 anni, imparano a conoscere la materia che hanno in mano, a trattarla, ad ammorbidirla e a manipolarla. Sabato 3 alle 21, Daniele Fabbri, pioniere della standup comedy italiana, presenta Saturday Comedy Live, spettacolo comico con Davide Marini, Alessandro Caroni, Mauro Kelevra e Stefano Rapone; domenica 4 alle 19, va in scena C.A.B.A.R.E. – Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico, spettacolo di arte varia, tra musica, nuovo circo, giocoleria e clown con Emanuele Avallone, Daniele Spadaro, Manuela Belmonte e Nicola Macchiarlo.

 

Prende il via il 1° agosto Diversamente la manifestazione gratuita a cura dell’Associazione Culturale Psicoanalisi Contro ospitata nel Polo culturale Ex-Fienile di Tor Bella Monaca. Fino al 10 agosto, uno spazio artistico comune, un percorso di animazione territoriale finalizzato a coinvolgere in attività culturali e artistiche ragazzi e giovani del territorio di Tor Bella Monaca e del VI Municipio. Il progetto partirà giovedì 1, con una residenza creativa per la messa in scena de Il sogno del Maghreb spettacolo scritto da Sandro Gindro e che verrà accompagnato dalle musiche di Patrizio Fariselli (Area open Project) alle tastiere e Andrea Biondi alle percussioni. Da giovedì 1 fino all’8 agosto, dalle 15 alle 20, l’Ex Fienile aprirà le porte al pubblico il quale potrà assistere alle prove aperte dello spettacolo.

 

Dal 1° al 25 agosto appuntamento con Opera Nova Festival a cura dell’Associazione La Platea. Un ricco calendario di spettacoli gratuiti, dalla musica al teatro, ma anche tante attività collaterali ospitate in parchi, piazze, centri anziani e altri punti di aggregazione del XIV Municipio. Tra questi, segnaliamo: sabato 3 dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 19, poeti di strada declameranno nelle Stazioni di Monte Mario, San Filippo Neri e Ottavia; dalle 17 alle 19, invece, via di Torrevecchia farà da palcoscenico a diversi artisti di strada. Domenica 4 dalle 10 alle 12, attività ludico-creative per bambini nel Parco del Pineto e, dalle 17 alle 19, spazio agli street artists in Piazza Santa Maria della Pietà.

 

Il programma, in continuo aggiornamento, si trova su estateromana.comune.roma.it

 

Ingresso gratuito per la prima domenica di agosto nei Musei in Comune per i residenti a Roma 

Un’estate al museo…

Collezioni da vivere

Ingresso gratuito nei Musei Civici per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana per la prima domenica del mese di agosto. L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

 

L’estate al museo permette di scoprire, oltre alle collezioni permanenti dei Musei, le tante mostre in corso.

 

Domenica 4 agosto la maggioranza delle esposizioni saranno ad ingresso gratuito per residenti a Roma e nella Città Metropolitana, a esclusione solo di tre mostre Roma nella camera oscura e Fotografi a Roma al Museo di Roma a Palazzo Braschi e Claudio Imperatore al Museo dell’Ara Pacis.

 

Luca Signorelli e Roma, ai Musei Capitolini, attraverso l’attenta selezione di circa 60 opere di grande prestigio provenienti da collezioni italiane e straniere, molte delle quali per la prima volta esposte a Roma, mette in risalto il contesto storico artistico in cui avvenne il primo soggiorno romano dell’artista e offre nuove letture sul legame diretto e indiretto che si instaurò fra l’artista e la città. Nelle sale di Palazzo Caffarelli che affacciano su piazza del Campidoglio, inoltre, l’esposizione L’Arte Ritrovata propone un mosaico di testimonianze archeologiche e storico artistiche, dall’VIII secolo a.C. all’età moderna, altamente simbolico e rappresentativo della pluridecennale azione di salvaguardia operata dall’Arma dei Carabinieri.

 

Sono tre le mostre da visitare al Museo di Roma in Trastevere: UNSEEN / NON VISTI propone un viaggio fotografico in un’Europa sconosciuta, tagliata fuori dallo sviluppo economico, dall’attenzione della politica e dei media. Emiliano Mancuso. Una diversa bellezza. Italia 2003 – 2018 presenta il lavoro del fotografo, scomparso prematuramente lo scorso anno, dalle cui immagini emerge un’umanità dolente, un’Italia ferita alla costante ricerca della sua identità in un perenne oscillare tra la conferma dello stereotipo e la cartolina malinconica. Il Museo accoglie inoltre l’Arca di Cristiano Quagliozzi e Milena Scardigno, un’opera di grandi dimensioni realizzata a grafite su tela in cui sono rappresentati 191 personaggi fissati dagli autori in un attimo speciale che li caratterizza.

 

Ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali prosegue fino al 18 ottobre Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina con reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) provenienti da importanti istituzioni cinesi.

 

Al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, l’esposizione dedicata all’archeologo e mercante d’arte Ludwig Pollak (Praga 1868 – Auschwitz 1943) racconta la storia professionale e personale del grande collezionista, le sue origini nel ghetto di Praga, gli anni d’oro del collezionismo internazionale fino alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.

 

Colori degli Etruschi alla Centrale Montemartini è una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, in parte inedite, provenienti dal territorio di Cerveteri, l’antica città di Caere. Nelle sale del Museo è  inoltre in corso Volti di Roma alla Centrale Montemartini. Fotografie di Luigi Spina con immagini che ritraggono 37 volti antichi in marmo o travertino, significativi esempi delle collezioni capitoline.

 

Alla Galleria d’Arte Moderna, Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione invita a una riflessione sulla figura femminile attraverso artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri. Inoltre, nel chiostro giardino della Galleria d’Arte Moderna Wechselspiel, installazioni di Paolo Bielli e Susanne Kessler, propone un doppio percorso che si collega alla mostra in corso e alle sculture del chiostro.

 

Alla Casina delle Civette di Villa Torlonia La fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980 racconta la storia della vetreria artistica della Fratelli Toso a partire dal 1930, l’anno più importante per la ricerca della manifattura, fino al 1980, epoca in cui ha cessato la propria attività. Esposte più di 50 opere in vetro, tutti pezzi unici e rari provenienti direttamente dalla loro collezione. Sempre alla Casina delle Civette Clara Garesio. Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte propone una selezione di opere fittili della storica ceramista di formazione faentina, tutti esemplari unici appartenenti alla più recente produzione dell’artista, con alcune opere inedite e installazioni site specific concepite per gli spazi del museo.

 

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese con la mostra Frank Holliday in Rome fa il suo primo ingresso in un’istituzione museale italiana uno degli artisti del Club 57 (lo storico locale dell’East Village al quale recentemente il MoMA di New York ha dedicato una grande mostra). Le 36 opere sono state dipinte nello studio vicino a Piazza Navona dove Holliday ha lavorato alacremente ispirandosi alle opere dei grandi maestri della storia dell’arte. Il percorso espositivo comprende anche la proiezione del film inedito di Anney Bonney “Roman Holliday”.

 

Da vedere, al Casino dei Principi di Villa Torlonia, Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. La mostra, curata da Claudia Terenzi e Bruno Aller con il sostegno dell’Archivio Luigi Boille, offre una panoramica di più di ottanta opere sul percorso artistico del Maestro dalla fine degli anni ‘50 alle opere degli anni 1992- 2015, definite dalla ricerca di equilibrio compositivo e dal raffinamento pittorico degli ultimi decenni.

 

Domenica 4 agosto sarà possibile, per chi risiede o studia a Roma, acquistare la MIC, la card che al costo di 5 euro permette l’ingresso illimitato negli spazi del Sistema dei Musei Civici di Roma per 12 mesi. Con la MIC sono gratuite le visite e le attività didattiche che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo a cura dei funzionari della Sovrintendenza Capitolina, mentre non sono comprese le mostre al Museo di Roma a Palazzo Braschi e al Museo dell’Ara Pacis. Per informazioni www.museiincomuneroma.it

 

Un itinerario espositivo parallelo alla Mostra in corso presso il Museo delle Civiltà

EuRoma2 apre al mondo orientale

“Antico Siam – Lo Splendore dei Regni Thai”

Euroma2 (Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell’Oceano Pacifico – Roma) torna a proporre iniziative di arte e cultura e, per il secondo anno consecutivo, spalanca le porte al mondo orientale con un evento d’eccezione, in collaborazione con il Museo delle Civiltà, che porterà il pubblico in un viaggio ideale nelle terre del Siam.  Euroma2  diventerà la cornice di un’ampia esposizione sulla misteriosa e affascinante storia della Thailandia, in concomitanza con la mostra “Antico Siam – Lo Splendore dei Regni Thai”, inaugurata lo scorso 18 maggio, presso il vicino Museo delle Civiltà – Salone delle Scienze del Museo preistorico etnografico “Luigi Pigorini”.

 

Quest’anno ricorre il 150° anniversario del trattato solenne di amicizia e commercio, tra l’Italia e la Thailandia, il primo mai stabilito tra i due giovani Paesi. Il Trattato fu ratificato dalla Camera dei Deputati del Regno d’Italia nella seduta del 18 febbraio 1869. In virtù di questo accordo diplomatico, appare ancor più significativa la realizzazione di una mostra sull’archeologia e l’arte del Regno di Thailandia.

 

Il pubblico, durante la consueta passeggiata tra le vetrine, avrà modo di viaggiare con la mente e conoscere un’altra cultura, dalla storia tanto antica quanto intrigante, attraverso l’esposizione di immagini originali, presentate come secondo percorso alternativo a quello della mostra del Museo in Piazza G. Marconi.

 

Un modo per portare l’arte nei luoghi di svago e, allo stesso tempo, offrire al pubblico un’occasione imperdibile per assistere all’esposizione di immagini uniche.

 

L’iniziativa rientra in una serie di appuntamenti dedicati all’arte e alla cultura che il centro propone sia al pubblico che ai giovani del territorio, attraverso laboratori scolastici e progetti ad hoc, nonché nel più ampio ventaglio di iniziative a carattere sociale ed educativo come il “Progetto Young” dedicato all’educazione civica delle nuove generazioni, l’iniziativa “A spasso con Ettore, alla scoperta del Patrimonio Artistico del nostro Paese”, e tante altre attività ideate da Euroma2 per accrescere la conoscenza e stimolare l’interesse alla cultura.

 

Grazie alla collaborazione tra Euroma2 e il Museo delle Civiltà, coloro che siano interessati a visitare la mostra “Antico Siam – Lo Splendore dei Regni Thai”, presso il Museo Preistorico Etnografico Pigorini in Piazza Guglielmo Marconi 14, usufruiranno di uno sconto del 50% sul prezzo del biglietto, presentando la Gift Card o la APP Euroma2 alla biglietteria del Museo. www.euroma2.it

 

Matera Capitale Europea della Cultura 2019

Dai Capossela al mix unico tra street-carnival, festa folk, rave, ​performance d’arte

Trenodia, un corteo come forma d’arte

Open Sound Festival: è qui il suono

TRENODIA è un progetto di arte partecipata di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 ideato e curato da Mariangela e Vinicio Capossela e coprodotto dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 insieme a Sponzfest Sottaterra 2019.

Trenodia è un’opera d’arte interdisciplinare che mescola letteratura, musica, arti visive e performative, e che propone di condividere, attraverso una performance itinerante che reinterpreti la forma del pianto rituale, il bisogno diffuso di affrontare ed elaborare insieme il momento di crisi che stiamo attraversando. La sua realizzazione è il frutto dei laboratori che, a partire dallo scorso maggio, Mariangela Capossela, artista impegnata da anni in progetti di arte pubblica, ha tenuto nei territori che ospiteranno il corteo coinvolgendo diverse realtà e associazioni locali.

La performance vedrà la partecipazione di artisti e cittadini in un corteo funebre che dal 18 al 29 agosto proporrà degli itinerari a piedi attraverso alcuni luoghi di Calabria Ionica, Alta Irpinia e Lucania ed in particolare presso i comuni di Isola di Capo Rizzuto (KR), Calitri (AV), Cairano (AV), Lacedonia (AV), Tricarico (MT) e Matera. Durante il corteo si alterneranno momenti di danza, di musica e di orazione in forme che ricalcano il rito funebre tradizionale. Trenodia si concluderà a Matera con un concerto di Vinicio Capossela presso la Cava del Sole.

Parteciperanno, tra gli altri, al progetto: Elio Germano, Mario Brunello, Raiz, Daniele Sepe, Michela Murgia, Michele Riondino, Pietro Laureano.

 

Attraverso il sito www.trenodia.it e i profili social tutte e tutti sono invitati ad aderire al progetto Trenodia componendo una lamentazione scritta in versi, prosa o musica, oppure interpretando una lamentazione scritta da altri. Sarà inoltre possibile partecipareai cortei e al banchetto con azioni inerenti alla poetica del progetto. Chi vorrà aderire potrà individuare un oggetto del cordoglio attinto dal patrimonio materiale o immateriale e comporne una lamentazione ad hoc, ispirandosi alle forme auliche o a quelle popolari.

 

IL PROGETTO

Trenodía si propone di trasformare la lamentela in pianto rituale, il piagnisteo in altisonante lamentazione collettiva, in forma creatrice e aggregatrice per, come dice Ernesto De Martino, potersi rialzare e tornare ai doveri della vita. Sarà un pianto per la comunità. Un pianto rituale collettivo, sonoro, rigenerante. Un corteo come forma d’arte composto da centinaia di prefiche senza limitazioni di genere, che darà vita ad una lamentazione funebre.

La performance si svolgerà interamente all’aperto: per strade, vicoli, piazze e sentieri di tre regioni (Calabria, Campania e Basilicata).

Quattro i focolai in questo sud del Mediterraneo. Il primo parte dal cuore della Grecia antica in Italia: la Calabria Ionica che ancora, nella lingua e nella lamentazione funebre, conserva il metro greco. Il secondo è in Alta Irpinia, dai paesi arcaici svuotati e battuti dal vento in cui ha luogo lo Sponzfest. Poi Tricarico, paese-mondo di Rocco Scotellaro, del carnevale dei Cuba-Cuba, come li chiamava e li domava il grande genio pitagorico Antonio Infantino. Da lì in cammino fino a Matera a deporre gli oggetti del compianto nel sasso Caveoso, in una processione che attraverserà le chiese rupestri e i borghi fino alla catarsi liberatoria del rito musicale alla cava del sole.

La performance avrà la forma di un corteo e si comporrà degli elementi tradizionali del canto rituale funebre (la gestualità, la melodia e il testo). La lamentazione corale e collettiva si alternerà a singole orazioni civili. La realizzazione di Trenodía si basa su un coinvolgimento della popolazione locale e a distanza.

Trenodía inizia con una stazione preparatoria: L’opificio del nero, una performance in cui verrà intinto nel colore nero il tessuto che servirà a vestire il corteo. I gesti saranno accompagnati da lamentazioni musicali e voci recitanti. Trenodía in cammino avrà due modalità: Trenodía sul selciato – quando il corteo attraverserà i paesi -e Trenodía sulla terra- quando si muoverà in campagna. Il corteo si comporrà degli elementi tradizionali del pianto rituale funebre (la gestualità, la melodia e il testo).

Il Banchetto funebre, una condivisione che opererà una transizione verso una lamentatio più carnale e di affermazione della vita, in cui le tradizioni culinarie funebri si uniranno alle declamazioni poetiche. Gli oggetti del compianto (materiali e immateriali) nonché i testi vengono raccolti in via indiretta sui siti e social di Sponzfest e Matera 2019 e direttamente nei luoghi coinvolti. In situ sono state raccolte tra l’altro testimonianze e variazioni di melodie e gestualità legate alla tradizione del pianto rituale. In ciascuno dei paesi avvengono incontri di coinvolgimento della popolazione e laboratori teatrali e vocali per la preparazione dei cortei cittadini.

 

 

OPEN SOUND FESTIVAL

 

A​nnunciato il programma completo di Open Sound Festival ​a Matera dal 28 agosto al 1 settembre​. ​Un evento mai sperimentato prima, un mix unico tra street-carnival, festa folk, rave, ​performance d’arte e musica contemporanea, dove strumenti antichi di millenni incontrano elettronica e sound system, campanacci, chitarre elettriche, zampogne, cupa-cupa, subwoofer, urla, canti polifonici.

Gran parte dei suoni sono open source, non proprietari, corali e collettivi, generati per lo più con strumenti autocostruiti. Open Sound Festival è un progetto di ​Matera Capitale Europea della Cultura 2019 coprodotto da Multietnica e Fondazione Matera Basilicata 2019.

Open Sound Festival ​esplora le radici della musica ​come fenomeno di produzione collettiva e valorizza la musica come bene comune. Alla sua prima edizione, dal 28 agosto al 1 settembre 2019, OSF presenta un programma di cinque giorni con mostre, installazioni, workshop e prove aperte, performance sonore tra l’universo ancestrale di antichi strumenti lucani e la musica contemporanea, rappresentata da musicisti e producer di profilo internazionale.

Partner di ​Open Sound Festival è Levi’s®, global brand da sempre al centro della cultura e storicamente vicino al mondo della musica, qui celebrata come bene comune da valorizzare. Levi’s®

 

si connette a ​OSF e al suo concetto chiave ​#Urla con l’anteprima del nuovo spot che interpreta il settimo capitolo della campagna ​#LiveInLevis e​ che sollecita i giovani a far sentire la propria voce, sostenere i propri valori e cambiare positivamente il mondo che li circonda. Lo spot verrà messo in scena in anteprima nazionale in occasione dei live alla Cava del Sole del 30 e del 31 agosto. La presenza Levi’s® si completa con un’esperienza immersiva attiva e stimolante nello spazio dedicato all’interno de Le Monacelle, headquarter di Open Sound e dei workshop musicali, con un ​Levi’s® Tailor Shop creato per l’occasione a disposizione degli artisti e dei producer che potranno dare un tocco di personalizzazione alle proprie icone denim preferite.

A chiudere il festival, un’opera immersiva per centinaia di performers, intitolata ​#​Urla​, del compositore e artista multimediale ​Yuval Avital. ​#Urla​, opera sonora in movimento, è un fiume umano caratterizzato dall’esecuzione di un’inedita e irripetibile “​partitura musicale geografica”​, che si snoda lungo le vie dei Sassi di Matera riproponendo alcune delle più radicali tradizioni sonore lucane -i grandi campanacci, i canti ‘urlati’ ​arbëreshë e ​a zampogna​, ostinati ritmici dei ​cupa cupa​- come microcosmi creativi contemporanei e inaspettati. Nell’opera saranno inoltre presenti ‘grappoli’ di chitarre e bassi elettrici, miniature sound-art diffuse da altoparlanti mobili, bande itineranti, poesie, azioni sceniche, maschere rare e colpi di fuochi d’artificio a completare un affresco caleidoscopico totalizzante che farà vivere al pubblico un’esperienza libera e personale. L’opera è il risultato di un processo di ricerca condotto sul territorio in stretta collaborazione con Nicola Scaldaferri, etnomusicologo e professore dell’Università degli Studi di Milano, iniziato nella primavera 2018.

 

GLI ARTISTI IN CONCERTO ALLA CAVA DEL SOLE

Il 30 e il 31 agosto, La Cava del Sole di Matera si trasforma in una grande area concerti, ospitando musiche e suggestioni di artisti di respiro internazionale. Con i suoi 5mila metri quadri, la cava rappresenta una sorta di cattedrale all’aperto, realizzata per sottrazione, incavata, scavata a mano nel corso dei secoli nella roccia nuda, per cavarne i blocchi di tufo di cui sono fatti i Sassi. Dal dancefloor contaminato dei ​Nu Guinea​, alla sperimentazione dei ​JoyCut​, approdando alle note di uno dei pianisti italiani più ascoltati al mondo come ​Dardust. Sul palco anche i ritmi ancestrali di ​Agotrance​, il sound onirico di Douglas Dare e tanti altri artisti a partire da ​Paolo Baldini DubFiles -tra i produttori più interessanti del panorama indipendente italiano- e ​Clap! Clap! ​uno dei più apprezzati a livello internazionale. ​Gli artisti che si esibiscono alla Cava hanno a disposizione, da inserire tra i loro beats, i sample di strumenti antichi di millenni raccolti nel corso dell’anno nelle varie recording session di Open Sound, dopo un’attività di scouting e di esplorazione guidata dall’etnomusicologo Nicola Scaldaferri.

Venerdì 30 agosto – ​EuropaVox meets Open Sound Festival. ​Con JoyCut, Nu Guinea, Douglas Dare, Julian ​Zyklus, Mantra Groove Stat​ion, Alèfe, Dadematt​o, Consciousness Sound System.

Sabato 31 agosto – ​#OSA Live. ​Con Agotrance, Paolo Baldini DubFiles, Clap! Clap!, Dardust, Dub Sheperds Sound System, go-Dratta + Alberico Larato, Night Skinny.

 

OPEN SOUND ACADEMY – LE MONACELLE

Un albergo ricavato da un antico monastero, nella parte più antica dei Sassi di Matera. Da un lato si affaccia a strapiombo sulla gravina di Matera, un canyon scavato dall’acqua nel tufo dell’altopiano della Murgia. Dall’altro lato confina con il Duomo. Il suo chiostro ospiterà OSA – Open Sound Academy, con concerti, dj set, workshop, racconti e panel e l’installazione multimediale di Yuval Avital, compositore e artista multimediale israeliano. All’interno de Le Monacelle, headquarter di Open Sound, anche uno spazio dedicato alle attività di ​Levi’s®, main partner del festival, ​global brand da sempre al centro della cultura e storicamente vicino al mondo della musica.

Alle Monacelle ​Giovedì 29 agosto – Kety Fusco all’arpa elettrica e ​Alicia Carrera ​(Hivern Discs) con il suo set dark pop e psych-synth arabeggiante.

#URLA – SOUND PARADE

#Urla è l’Opera Sonora di Massa numero 6 nella serie di creazioni dell’artista Yuval Avital su larga scala che coinvolgono realtà diverse ed eterogenee. Composta appositamente per Open Sound Festival, è una partitura geografica per cortei paralleli di artisti sonori lucani, stazioni strumentali e azioni teatrali con la direzione scientifica del Prof. Nicola Scaldaferri, la produzione di Nico Ferri e la direzione artistica di Dino Lupelli.

#URLA è tra le più complesse opere di Avital (Gerusalemme 1977), già noto per le sue installazioni icono-sonore a grande scala, per opere che mettono in stretta relazione tradizioni ancestrali ed elementi fortemente contemporanei, per le performance collettive che coinvolgono masse sonore nella creazione di rituali contemporanei.

Un labirinto collettivo poetico e rumoristico, ricco di sorprese e connubi inaspettati, l’opera è fortemente ispirata da rituali, processioni, magia e mistero presenti in molti strati della cultura lucana e propone un viaggio onirico attraverso il suono, o addirittura NEL suono.

L’artista spiega: ​Ogni percorso di ascolto all’opera sarà per forza parziale, soggettivo, individuale. Si può seguire un corteo e poi passare ad un altro; ci si può smarrire nei Sassi o sdraiarsi sopra un tetto, ascoltare da una mongolfiera o sedere a fianco di una stazione sonora per l’intera durata dell’Opera/zione. Va vissuta in pieno, in libertà. E ora, preparati e URLA​!

 

GARDENTOPIA- COSMOS OF ECOLOGIES

 

Continuano le residenze e i progetti di Gardentopia, il progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 sulla cultura del verde e la cittadinanza attiva ibridati dall’arte contemporanea: un’utopia green che trasforma i giardini in luoghi di comunità accessibili a tutta la cittadinanza, con il coinvolgimento di 18 artisti coordinati dalla curatrice Pelin Tan che lavorano e lavoreranno su 32 giardini di comunità diffusi in tutta la regione. I primi progetti hanno coinvolto in workshop e performance artisti e collettivi come i Futurefarmers (USA), Errands (Grecia), Leone Contini (ITA), Rirkrit Tiravanija (Thailandia), Volumezero (ITA), Luigi Coppola (ITA), Jeanne Van Heeswiijk (Paesi Bassi), OrtiAlti (ITA).

Tutti gli artisti, architetti e landscape designer coinvolti nel progetto operano in aree verdi “in attesa” che accada qualcosa: giardini dalle grandi potenzialità che con i processi culturali promossi da Gardentopia vengono rivitalizzati. Il Cosmos of Ecologies evocato dal sottotitolo che accompagna Gardentopia si realizza nella grande costellazione di pratiche artistiche e partecipative attivate dai protagonisti di questo percorso.

 

Dal 7 al 12 agosto 2019 , si svolgerà ad Oliveto Lucano la residenza di Anton Vidokle. Artista e editor della popolare piattaforma eflux è nato a Mosca e vive e lavora tra New York e Berlino. Le opere di Vidokle sono state esposte in importanti contesti internazionali come Documenta 13 a Kassel e la 56. Biennale di Venezia. Ma anche a Bergen Assembly, la Shanghai Biennale, la 65. e 66. Berlinale, a Forum Expanded e in rilevanti musei ed istituzioni di tutto il mondo quali la Tate Modern, il Centre Pompidou, il Garage Museum, lo Stedelijk Museum, tra gli altri.

 

L’interesse dell’artista per le piante, il cosmo e le persone emerge in maniera evidente nel suo lavoro. Per Gardentopia realizzerà un film con la partecipazione dei cittadini di Oliveto Lucano. Sarà allo stesso tempo un documentario sul festival del matrimonio degli alberi che si tiene annualmente in Basilicata, ma anche una fiction, che racconterà la storia di tre alberi antropomorfi.

 

Il primo format-spettacolo dedicato al Piacere della Lettura di Andrea Zagami

Una domenica ‘diversa’ a Capalbio libri

Anteprima assoluta di “Stasera leggo”

La chiusura della tredicesima edizione del festival di Capalbio Libri (Piazza Magenta, Capalbio – GR) è affidata allo spettacolo teatrale “Stasera leggo”, una vera e propria anteprima nazionale dedicata al piacere di leggere che vedrà interagire il pubblico ed altri ospiti sul palco.

 

Un percorso tra mille citazioni -tra reading, performance e testimonianze- per scoprire come gli autori di ogni tempo abbiano invogliato intere generazioni, e proprio a partire dalla letteratura e secondo formule impregnate di una scrittura “subliminale”, ad immergersi nelle parole per cambiare, migliorare, arricchire il proprio spirito e la inter-relazione con gli altri esseri umani.

 

«Un messaggio che parte dal palco di piazza Magenta a Capalbio -afferma Andrea Zagami, produttore per Zig-Zag dello spettacolo e creatore della storica rassegna dedicata ai libri- per arrivare a comunicare con coloro che lettori ancora non sono (e che spesso preferiscono la compagnia di dispositivi tecnologici e social network), la meraviglia che si prova ad entrare in un mondo nuovo, quello del libro, in grado da sempre di colpirci e restare nel nostro cuore e nella nostra mente».

 

L’Associazione “Il piacere di leggere” da cui è partita l’idea, è stata fondata da Francesca Basilico, Jacaranda Caracciolo Falck, Bruno Manfellotto, Denise Pardo e dallo stesso Zagami, che ha chiamato ad elaborare questo particolarissimo concept teatrale due attrici che sono di casa a Capalbio Libri: Marta Mondelli e Giulia Nervi.

 

«Insieme abbiamo cercato di raccontare che cosa significhi intrinsecamente la lettura proprio a partire dalla scrittura di autori immortali -dichiara Mondelli, in questi giorni impegnata ogni sera sul palco per la doppia presentazione dei libri in programma- e di quanto le nostre esperienze personali connesse ad essa abbiano influito sul modo di relazionarci con gli altri».

 

«Dagli aneddoti autobiografici siamo poi passate ad intraprendere un itinerario che, di volta in volta, a seconda della situazione sprigionata dal richiamo della lettura e del contesto letterario preso in considerazione, ci ha stimolato ad un’avventura ricca di improvvisazioni e boutade -continua Nervi- il che ci ha imposto naturalmente di coinvolgere il pubblico ma anche, sul palco, sollecitate da una brillante intuizione di Zagami, la figura di un libraio ed un autore».

 

Sarà così che a “Stasera leggo” interverranno anche Monica Volpi della Libreria Palomar di Grosseto, in prima linea con l’educazione alla scrittura dei propri lettori attraverso presentazioni e workshop continui all’interno dei propri spazi librari, e Andrea Zandomeneghi, autore capalbiese “onnivoro” che ha sfornato da poco il suo primo romanzo “Il giorno della nutria” presentato proprio qualche giorno fa a Capalbio libri davanti ai suoi conterranei, anch’esso condito di centinaia di richiami letterari.

 

Nel menu di sala che il pubblico avrà la gioia di condividere – tra interpretazioni, declamazioni e dialoghi recitativi, ci sono pietanze per tutti i gusti cucinati da chef che rispondono ai nomi di Stephen King, Carlo Collodi, Ludovico Ariosto, Ernest Hemingway, Herman Melville, Umberto Eco, Dante Alighieri, Franz Kafka, Pier Paolo Pasolini, Alessandro Manzoni, Molière, ma anche Peter Bichsel, Joseph Addison, Marcel Proust, Marco Tullio Cicerone, Jules Renard, Massimo Troisi, Vladimir Nabokov, J.D. Salinger, Massimo Recalcati e molti altri.

 

«Crediamo fermamente nella biblioterapia -concludono le autrici-attrici- che cura ogni malessere dell’animo, unico rimedio, proprio come affermano Ella Berthoud e Susan Elderin. Nel loro saggio “Curarsi con i libri” si afferma infatti come sia possibile trovare sempre nell’infinita biblioteca a nostra disposizione una medicina per guarire dal proprio malanno. Personalmente ci tufferemo in questo oceano di possibilità utilizzando vocabolari ed espressioni clou che spaziano da Shakespeare a Baudelaire, da Deleuze a Vian, anche se questa operazione potrebbe continuare all’infinito perché sempre digeribile e provocatrice di sani appetiti culturali».

 

Il format “Stasera leggo”, che parte da Capalbio libri in anteprima assoluta domenica 4 agosto alle ore 20:30 -con ingresso libero a tutti- sarà così un viaggio ogni volta variabile con ospiti in cui lo spettatore verrà trasportato, dall’incipit al finale, in un’avventura serio-comica per vivere, conosce e (ri)elaborare la ricchezza dell’esperienza della lettura.

 

PADOAN: IMMIGRAZIONE, FLAT TAX E NUOVI SCENARI DEVASTANTI

 

Sul palco di Capalbio libri “Il sentiero stretto e oltre” di Padoan e Pesole è stato lo spunto per far parlare animatamente l’ex ministro dell’attuale situazione politica ed economica italiana, Europa permettendo

Image «Chi sta affogando in mare deve essere salvato a qualunque costo!» Questo il monito dell’ex ministro on, Pier Carlo Padoan in risposta alla domanda sul problema dell’Immigrazione a lui rivolta sul palco di Capalbio Libri del giornalista Sergio Rizzo. L’occasione era la presentazione del libro scritto a quattro mani con Dino Pesole “Il sentiero stretto… e oltre” (Il Mulino), di cui si è discusso anche insieme all’economista Giulio Napolitano nel corso della tredicesima edizione del festival.

 

«Il problema immigrazione è molto complesso -ha continuato Padoan- e fa generalmente bene ai paesi come il nostro in cui non ci sono poi cosi tanti immigrati per stimolare l’integrazione. Quello che va corretto è la mancanza di riconoscimento della problematica da parte degli altri Paesi Europei a quelli come il nostro, in emergenza. Nella Riforma del Bilancio Europeo bisognerebbe occuparsi infatti dei cosiddetti “Beni Pubblici” (l’immigrazione fa parte di questi) e ciò non viene spesso preso in considerazione».

 

«Non me ne frega nulla della bandiera ONG della nave ferma in porto -ha affermato sull’argomento l’ex ministro- quello che dobbiamo fare, aldilà di ogni polemica mediatica, è forzare la politica europea ad assumersene piena responsabilità!».

 

La figura di un’Italia “cattiva” che non riesce a costruire consenso all’interno dell’Unione Europea, è stato un elemento messo invece in risalto da Giulio Napolitano: il nostro Paese, a differenza dell’immagine che abbiamo proiettato in passato, ha cambiato i connotati nel pensiero altrui e questo forse potrebbe anche essere una causa di questo isolamento.

Ma, aldilà di ogni considerazione personale, ciò che è venuto a mancare è la fiducia degli Italiani nella politica e nell’economia che  -a detta di Pesole e con dati alla mano- è ferma da un ventennio.

 

«Per riprendere il titolo del nostro saggio -ha spiegato Padoan- mentre fino a poco tempo da c’era un “sentiero stretto” su cui barcamenarsi, adesso la strada è stata cancellata e il paese è fermo proprio perché è venuta a mancare la fiducia. E poi -continua- ci sono troppe Flat Tax: questo è segno dell’assoluta incapacità di governare».

 

Per Padoan il “sentiero stretto” è metafora delle scorciatoie: bisogna stare attenti a intraprendere sentieri troppo brevi, come ad esempio uscire dall’Euro: «sarebbe una vera e propria catastofe!». «Ma -ha dichiarato poi sdrammatizzando ironicamente- ol Paese è forte e ce la farà, anche se per il momento non si capisce come…».

 

Il locale dal sapore vintage con tanta musica dal vivo sorto nelle Cristallerie Livellara a Milano

Lo Spirit de Milan

è aperto per ferie

Lo SPIRIT DE MILAN non va in vacanza, ma offre ai milanesi rimasti in città nuovi appuntamenti nella cattedrale in cui si incontrano la cultura swing e la passione per la bellezza e la tradizione, alla riscoperta del fascino di Milano e della “milanesità”. Lo Spirit De Milan nasce nella gloriosa struttura delle Cristallerie Fratelli Livellara (via Bovisasca, 59, Milano) e conta più di 1500 mq con aree adibite al ballo, alla ristorazione, ai concerti, tutto custodito in una magica atmosfera vintage.

 

Venerdì 2 agosto serata Bandiera Gialla con Mary & The Quants, formazione di Milano ispirata alla musica dei favolosi anni Sessanta. La proposta musicale del gruppo è rivolta ad un pubblico che ama ballare al ritmo dei successi di quegli anni.

Sabato 3 agosto Holy Swing Night con Swing Legacy, formazione a prevalenza pavese capeggiata da Claudio Perelli, uno dei musicisti italiani di jazz tradizionale più talentuosi ed apprezzati nel panorama internazionale, già presente in numerose occasioni sul palco dello Spirit!

Domenica 4 agosto Spirit in Blues con la Fabio Marza Band, attiva dal 2008, propone uno show di brani originali. In apertura Roberto Cava & Rino Villano, entrambi voce e chitarra presentano un repertorio acustico fra il Blues, Country e l’American Roots Music oltre che al nuovo lavoro del quartetto LACAVA “The Chicken House Session”.

Martedì 6 agosto appuntamento settimanale con “CA.BAR.ET BOH.VISA. MILANO 5.0 – Musica e cabaret fuori dagli schermi” con protagonisti RAFAEL DIDONI, FOLCO ORSELLI, GERMANO LANZONI, WALTER LEONARDI e FLAVIO PIRINI che allo Spirit de Milan hanno trovato casa e voglia di fare squadra, mescolando risate e malinconie, nonsense e profondità.

Giovedì 8 agosto il giovedì milanese dello Spirit ospita sul palco Senza Biro con Nadir Scartabelli e Antonio Curedda, duo di musica popolare milanese che spazia da Enzo Jannacci a Nanni Svampa e i Gufi ai più celebri stornelli d’osteria.

Venerdì 9 agosto Bandiera Gialla con i Re-Beat, band di giovani musicisti che ripercorre la beat generation che nessuno può dimenticare, da Gianni Morandi a Caterina Caselli passando dall’indimenticabile surf dei Beach Boys fino alle colonne sonore più incredibili come Pulp Fiction e Pretty Woman. Gli anni 60 così, non li avete mai ballati!

Sabato 10 agosto special Holy Swing Night con Sebastien Chaumont 4et. Il sassofonista/cantante Sebastien Chaumont – già noto al pubblico europeo dei lindy hoppers e più volte ospite di numerose rassegne dedicate alle danzanti schiere degli amanti dello swing – intratterrà l’affezionato pubblico del sabato sera dello Spirit insieme a 3 giovani e brillanti swingers romani (Gino Cardamone alla chitarra, Giovanni Talone al contrabbasso e Andrea Nunzi alla batteria).

Domenica 11 agosto Spirit in Blues con Alberto Colombo rockin’ trio. Considerato uno tra i più talentuosi chitarristi blues italiani, Alberto Colombo suonerà per il pubblico Milanese accompagnato da Marco Grassini alla batteria e Andrea Caggiari al basso. Il repertorio che presentera’ allo Spirit sara’ composto in gran parte da brani originali tratti dall’album “Never Look Back” pubblicato dall’etichetta americana “Pacific Blue” nel 2010.

Martedì 13 agosto appuntamento settimanale con “CA.BAR.ET BOH.VISA. MILANO 5.0 – Musica e cabaret fuori dagli schermi” con protagonisti RAFAEL DIDONI, FOLCO ORSELLI, GERMANO LANZONI, WALTER LEONARDI e FLAVIO PIRINI che allo Spirit de Milan hanno trovato casa e voglia di fare squadra, mescolando risate e malinconie, nonsense e profondità.

Mercoledì 14 agosto serata Cristal, Milonga al aire libre con Martin Troncozo (chitarra e voce) e Gino Zambelli (bandoneon), che proporranno il loro repertorio di tango dove sarà possibile bere, mangiare, chiacchierare, incontrarsi.

Giovedì 15 agosto Roberto Brivio, storico membro del gruppo musicale I Gufi, sarà in concerto per festeggiare insieme ferragosto.

Sabato 17 agosto serata Holy Swing Night con Calabrò coi Colibrì (Swing 5), formazione capitanata da Fabio Calabrò (voce e ukulele) che propone i classici dello swing insieme a cabaret musicale e invenzioni umoristiche.

Martedì 20 agosto appuntamento settimanale con “CA.BAR.ET BOH.VISA. MILANO 5.0 – Musica e cabaret fuori dagli schermi” con protagonisti RAFAEL DIDONI, FOLCO ORSELLI, GERMANO LANZONI, WALTER LEONARDI e FLAVIO PIRINI che allo Spirit de Milan hanno trovato casa e voglia di fare squadra, mescolando risate e malinconie, nonsense e profondità.

Giovedì 22 agosto serata Barbera & Champagne con Sem Pizzi Duo, progetto musicale che propone canzoni dell’osteria, quelle tradizionali in dialetto milanese e quelle d’autore, con un occhio di riguardo a Svampa, Valdi, Gaber e Brassens.

Sabato 24 agosto Holy Swing Night con i Night Stompers, band tutta milanese, composta da veterani dello Swing.

Domenica 25 agosto serata Spirit in Blues con 106 Watt – Marcello Milanese Quartet, che mescola l’esperienza di Marcello Milanese con la musica tex mex, folk e irish con il blues elettrico. Con lui il bassista Flavio Marini, il chitarrista Alberto Gandin

e il batterista Daniele Porcu.

Martedì 27 agosto appuntamento settimanale con “CA.BAR.ET BOH.VISA. MILANO 5.0 – Musica e cabaret fuori dagli schermi” con protagonisti RAFAEL DIDONI, FOLCO ORSELLI, GERMANO LANZONI, WALTER LEONARDI e FLAVIO PIRINI che allo Spirit de Milan hanno trovato casa e voglia di fare squadra, mescolando risate e malinconie, nonsense e profondità.

Sabato 31 agosto serata Holy Swing Night con Alberto Ferrario His Swing Thing.

La cucina dello Spirit de Milan “Fabbrica de la Sgagnosa” è aperta dalle 19.30 alle 23.00, prenotazione consigliata utilizzando il form online, dopo aver letto tutte le informazioni relative all’evento previsto dopo cena.

 

Spirit de Milan è un’associazione di promozione sociale; la tessera annuale non obbligatoria (valida fino al 31 dicembre) prevede un contributo di 15 euro e consente di avere riduzioni sulle serate a pagamento, oltre a dare la possibilità di partecipare ad eventi organizzati ad hoc per i soci.

 

Le porte aprono alle 19.30, i concerti iniziano intorno alle 22.00, se non specificate eccezioni.

 

Tutti i sabati l’ingresso per chi cena è di 5€ per i tesserati e 7€ per gli altri con brindisi di benvenuto; per chi viene dopo cena è di 10€ per i tesserati e 15€ per gli altri con una consumazione compresa. Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e già ideatrice del festival SWING’N’MILAN. Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°.

Per prenotare la cena: http://spiritdemilan.it/prenotazioni/

 

Appuntamento a Bibione (VE) giovedì 8 agosto con il rapper tra i protagonisti della 20a edizione

Peligro sul palco del Festival Show

con il brano “Gemelli”

Giovedì 8 agosto il rapper milanese PELIGRO si esibirà in Piazzale Zenith a Bibione (VE) in occasione della 20a edizione di Festival Show, il festival itinerante dell’estate italiana. PELIGRO porterà sul palco “GEMELLI”, il nuovo brano disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download.

 

«Sono molto contento di tornare a cantare sul palco del Festival Show -racconta Peligro- L’esperienza dell’anno scorso è stata davvero positiva e quest’anno voglio godermela ancora di più. “Gemelli” è una canzone pensata per essere eseguita dal vivo, sono davvero curioso di vedere come reagirà il pubblico… sono carico!»

 

“GEMELLI”, scritto da Peligro e prodotto da Hernan Brando, è un brano pop-rap che descrive le peculiarità di chi è nato sotto il segno dei Gemelli, in costante rapporto con il proprio dualismo.

 

Il video, per la regia di Jacopo Rossini, racconta un confronto generazionale tra giovani e meno giovani. Le due generazioni, che agli occhi della società vengono considerate distanti per i loro modi di affrontare la vita, si riscoprono compatibili al punto che gli anziani si comportano come se fossero giovani e i giovani si divertono insieme a loro come se fossero coetanei, quasi gemelli. Il video è visibile al seguente link: youtu.be/q5AFa0wr9dU.

 

«Realizzare il video di “Gemelli” è stata un’esperienza unica e molto divertente – racconta Peligro – Ho voluto raccontare l’incontro tra due generazioni apparentemente distanti ma in realtà vicine. È stato un momento davvero speciale e mi ha insegnato a vedere tante cose da una prospettiva diversa».

 

È in radio e disponibile in digitale “Vado via” brano ispirato a Totò

Mosaiko: nuovo singolo

dal sapore partenopeo  

È in radio e disponibile su tutte le piattaforme digitali “VADO VIA”, il primo singolo della band MOSAIKO con il featuring del Maestro FIO ZANOTTI. Il brano verrà presentato in occasione dei seguenti appuntamenti live: venerdì 2 agosto al Parco Piero Romeo di Cosenza (Via Riccardo Misasi -inizio spettacolo ore 19.00- ingresso libero), sabato 3 agosto a Bocchigliero – CS (concerto in piazza -inizio spettacolo ore 22.00- ingresso libero) e domenica 8 settembre a Bucita – CS (concerto in piazza – inizio spettacolo ore 22.00 – ingresso libero).

 

“VADO VIA” è un brano ispirato aTotò (Antonio De Curtis) e recentemente ha ricevuto il sostegno e Patrocinio morale della Famiglia De Curtis e dell’Associazione Antonio De Curtis. Rappresenta un’opera originale dotata di grande carica, energia ed un sound moderno grazie alla produzione musicale e agli arrangiamenti del Maestro Fio Zanotti, uno dei più apprezzati ed autorevoli Autori, Arrangiatori, Produttori musicali.

 

È disponibile anche il video del brano, con la regia di Giacomo Triglia, che vede la band ballare e divertirsi per le strade di Napoli, colorate e allegre come il sound del brano. Il video è visibile al seguente link: www.youtu.be/wLBI6W_COFM.

 

Prodotto da Fonosud s.r.l, una nuova realtà nata con lo scopo di promuovere e valorizzare le risorse artistiche del Sud Italia e che ha visto la Produzione Esecutiva di Roberto Cannizzaro per Roka Produzioni. Mixato e il mastering di Pino “Pinaxa” Pischetola, il brano è stato scritto e composto da Andrea Artale, Walter Inserra e Fio Zanotti.

 

I Mosaiko sono Andrea Artale (voce, programming, editing), Marika Artale (voce), Samuel Capodieci (rapper), Marco Fazio (chitarre), Mariano Fazio (pianoforte, sintetizzatori), Paolo Docimo (batteria), Danilo Chiarella (basso). Il progetto Mosaiko nasce nel 2018, ma le origini della band partono da molto lontano. Nel 2010 si propongono come Indie Project, con un progetto originale e innovativo, al fine di diffondere la propria musica attraverso lo spettacolo dal vivo realizzando il palcoscenico Mobile Nautilus Prime, sperimentando e ricercando nuovi sound e arrangiamenti. Pubblicano due album, “Lucciole” (2012) e “Semmai” (2015). Partecipano al Cantagiro 2015 come resident band. Nel 2016 si aggiunge alla formazione originale il rapper Samuel Capodieci, che permette al gruppo di cimentarsi in nuovi generi musicali. Il nome Mosaiko rappresenta il cammino musicale di sette musicisti del Sud Italia come una perfetta composizione artistica, che li lega l’uno all’altro con dedizione, cura e amore per la musica e l’amicizia.

 

Al Festival “Da Greetings a The River. Il viaggio verso la redenzione, 1973 – 1980”

Roberta Finocchiaro rock:

“Something True” a Bergamo

Sabato 31 agosto la cantautrice catanese Roberta Finocchiaro si esibirà live a Bergamo in occasione del festival «Da Greetings a The River. Il viaggio verso la redenzione, 1973 – 1980», organizzato dal gruppo “NOI & Bruce Springsteen – The ties that bind”.

 

Per l’occasione, Roberta presenterà al pubblico alcuni brani tratti da “Something True”, il suo ultimo album di inediti registrato interamente a Memphis (Tennessee), oltre a 4 brani di Bruce Springsteen. L’artista accompagnerà musicalmente il racconto del giornalista Paolo Vites (inizio ore 14.30) e il racconto della conduttrice radiofonica e direttrice di Hitmania Magazine Patrizia De Rossi (inizio ore 16.00) presso il Seminarino di Bergamo (Via Tassis, 12 – ingresso a pagamento).

 

“Something True” è stato registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis (Tennessee) ed è prodotto da David LaBruyere e Stephen Chopek, rispettivamente bassista e batterista che hanno accompagnato in tour e negli studi di registrazione John Mayer, e da Simona Virlinzi della Tillie Records. Il sound che troviamo nell’album è diviso tra il folk pop di Nashville e il Funk Soul di Memphis, entrambi suoni che arrivano da ispirazioni anni 70. L’album è disponibile negli store digitali, su tutte le piattaforme streaming e nei negozi tradizionali.

 

«Something True è un album sincero e delicato ma allo stesso tempo pieno di Groove – racconta Roberta – e rispecchia la mia essenza e l’anima musicale. Something True è l’essere consapevoli che le cose buone arrivano lentamente e con tanta pazienza mantenendo i piedi per terra. Questo album racconta una crescita, un percorso sincero e vero, il diario aperto di una musicista».

 

Questa la tracklist dell’album: “Lies”, “Build my heart”, “Be myself”, “Something true”, “Leaf in a hurricane”, “Love changing”, “Paura”, “When I’m starting to love you”, “Honey tree”.

 

Il sensazionale vocalist apre il suo mondo al pubblico per dieci puntate

Gregory Porter annuncia “The Hang”

La nuova serie di Podcast

“È molto semplice – in ogni episodio mi siedo insieme con un mio caro amico, e passiamo il tempo chiacchierando amabilmente di esperienze, auto, cucina, vino… di qualunque cosa».   Gregory Porter

 

Si è guadagnato un posto nella storia delle classifiche riportando il jazz al grande pubblico, ha vinto più Grammy®, ha calcato la celebre Pyramid Stage del Festival di Glastonbury così come i palchi più prestigiosi del mondo, si è esibito per Sua Maestà Elisabetta II, ha preso parte ai più seguiti show televisivi ed ora ecco il suo podcast personale.

 

Questa settimana viene lanciata ‘The Hang’, una nuova serie di podcast che vede protagonista il sensazionale vocalist Gregory Porter. Finalmente, il pubblico potrà non solo ascoltare la sua voce affascinante, ma anche apprezzare il carisma dell’artista lontano dai riflettori, la sua inesauribile curiosità, la passione per ogni argomento toccato nelle conversazioni con alcuni dei più brillanti personaggi del mondo dell’arte e dello spettacolo.

 

Nel corso di dieci puntate, Porter si siede in compagnia di personalità come Kamasi Washington, Charlotte Gainsbourg, Amma Asante, Gilles Peterson, Annie Lennox (e altri). Ogni episodio, disponibile in podcast, rivela una conversazione aperta, sincera e profonda tra il musicista e suoi illustri amici ospiti.

 

La serie partirà l’8 agosto, con il primo episodio che vede Gregory in compagnia dell’attore (e pianista jazz) Jeff Goldblum. I due si sono incontrati la prima volta in un aeroporto, già legato da un mutuo rispetto e da grande ammirazione reciproca. Di lì a poco si sono esibiti insieme al Graham Norton Show (BBC One). E così li vedremo conversare su vita, famiglia, amore, sul perché la gente abbia ‘paura del jazz’, e molto altro.

 

 

Il podcast di Gregory Porter ‘The Hang’ sarà disponibile a partire dall’8  agosto su tutte le piattaforme podcast. La prima puntata vedrà ospite Jeff Goldblum.

 

Greatest Hits Live il 23 e 24 settembre al teatro degli Arcimboldi

De Gregori raddoppia:

Due appuntamenti a Milano

Dopo il grande successo delle date estive, il tour di Francesco DE GREGORI, “DE GREGORI & ORCHESTRA – GREATEST HITS LIVE”, riprende il suo corso il 20 settembre all’ARENA DI VERONA, per poi arrivare a Milano, dove oltre alla data del 23 settembre al Teatro degli Arcimboldi, concede il bis il 24 settembre.

 

Con “DE GREGORI & ORCHESTRA – GREATEST HITS LIVE”, il cantautore presenta i suoi grandi successi in un contesto sinfonico, accompagnato sul palco dalla Gaga Symphony Orchestra, diretta da Simone Tonin e composta da 40 elementi, dal quartetto degli Gnu Quartet, (Raffaele Rebaudengo alla viola, Francesca Rapetti al flauto, Roberto Izzo al violino e Stefano Cabrera al violoncello), dalla band che accompagna De Gregori ormai da lungo tempo (Guido Guglielminetti al basso, Carlo Gaudiello al pianoforte, Paolo Giovenchi alle chitarre, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e al mandolino e Simone Talone alle percussioni) e dalle due coriste Vanda Rapisardi e Francesca La Colla.

 

Le orchestrazioni sono state realizzate da Stefano Cabrera.

 

Dopo l’intro strumentale (“Oh Venezia”) della Gaga Symphony Orchestra con gli Gnu Quartet, il concerto prosegue con l’ingresso in scena di Francesco De Gregori, in scaletta brani come “Generale”, “La Storia” “Pablo”, “La Leva Calcistica della classe ‘68”, “La valigia dell’attore”, “Un Guanto”, “Sempre e per sempre”, “Santa Lucia”, “Alice”, “La donna cannone”, “L’abbigliamento di un fuochista”, “Titanic”, “Buonanotte Fiorellino”, “Rimmel” e altri…

Le prevendite per la nuova data saranno disponibili sul sito di TicketOne dalle ore 11.00 di mercoledì 7 agosto nei punti di vendita e prevendita abituali.

 

Una serata magica e imperdibile con i due cantautori il 25 settembre

Raf Tozzi: gran finale

all’Arena di Verona

È iniziato tutto due anni fa, nel 2017, dall’Arena di Verona, quando RAF e UMBERTO TOZZI, amici da una vita, si sono ritrovati sul palco dell’anfiteatro in occasione del concerto-evento di Tozzi “40 Anni Che Ti Amo”, e travolti dall’entusiasmo hanno deciso di tornare a collaborare, di cantare insieme, di condividere lo stesso palco.

 

E proprio su quel palco all’Arena di Verona torneranno il 25 settembre per un imperdibile evento che farà cantare e ballare il pubblico sulle note dei loro successi che hanno conquistato intere generazioni, in Italia e all’estero! Una grande festa in cui non mancheranno sorprese per festeggiare nel migliore dei modi la chiusura dello straordinario tour a due che, dalle scorse settimane, li ha visti protagonisti dei palasport di tutta Italia.

 

RAF e UMBERTO TOZZI accenderanno l’Arena di Verona una scaletta con più di 30 pezzi, brani indimenticabili e grandi successi, da “Gloria” a “Self Control”, da “Si può dare di più” a “Cosa resterà degli anni 80”, da “Infinito” a “Ti amo”, ma anche “Ti pretendo”, “Gli altri siamo noi”, “Il battito animale”, “Immensamente”, il loro nuovo brano a due “Come una danza” e molti altri, tra cui la super hit che non potrebbe mai mancare, “Gente di Mare”.

 

Due repertori immensi e straordinari, rivisitati a due voci, insieme a una super band formata da 10 elementi: così i 2 artisti, a partire dalle scorse settimane, con tutta la loro grande energia stanno coinvolgendo il pubblico con una serie di concerti nei palasport di tutta la penisola.

 

Sul palco con loro i musicisti Elisa Semprini (violino e cori), Daniele Leucci (percussioni), Raffaele Chiatto (chitarra), Valerio Bruno (basso), Maurizio Campo (tastiere), Gianni Vancini (sax), Salvatore Cafiero (chitarra), Gianni Daddese (tastiere), Riccardo Roma (batteria) e Gabriele Blandii (tromba).

 

I biglietti sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.friendsandpartners.it).

 

Oltre 13mila persone a Mondovì per i concerti di Luca Carboni, Baby K e Giusy Ferreri

Cresce l’attesa per Wake Up 2019

Il festival di musica elettronica e pop

Oltre 13mila persone per il MOV SUMMER FESTIVAL by Wake Up, la manifestazione che dal 18 luglio al 1° agosto ha animato il palco del Mondovicino Outlet Village di MONDOVÌ (CN) anticipando i grandi concerti di settembre del WAKE UP 2019. Ad accendere le serate estive del nord-ovest italiano, la straordinaria musica di LUCA CARBONI, BABY K e GIUSY FERRERI.

 

«Siamo veramente contenti di questa prima edizione del MOV SUMMER FESTIVAL -dichiara Graziano Gabbio, patron di Wake Up- il successo di pubblico è stato importante e significativo. Siamo pronti a metterci al lavoro perché le prossime edizioni raggiungano e superino questi risultati, per fare del festival un appuntamento fisso e atteso da tutti nelle prossime estati! La parte musicale del festival “by Wake up” va quindi in archivio con grande soddisfazione, ma il Mov Summer Festival proseguirà con due serate di cabaret l’8 e il 15 agosto. Ringrazio Mondovicino Outlet Village e Promos per la fiducia, ora si guarda a settembre per la nuova edizione di WAKE UP!»

 

Cresce l’attesa per il WAKE UP 2019, il festival di musica elettronica e pop che il 6, il 7 e il 14 SETTEMBRE, per il quarto anno, tornerà ad infiammare la Mondovicino Arena di MONDOVÌ con una serie di concerti di alcuni dei cantanti e deejay più seguiti del momento. MARTIN GARRIX (unica data italiana), SUBSONICA, ACHILLE LAURO, J-AX + ARTICOLO 31, BOOMDABASH e CHADIA RODRIGUEZ: questi solo alcuni degli artisti ad oggi confermati che saliranno sul palco durante le tre serate. Anche in questa edizione, che vanta una produzione ancora più grande degli anni precedenti, WAKE UP presenta una line up trasversale che propone diversi generi musicali e unisce un pubblico eterogeneo che arriva da tutte le parti d’Italia e d’Europa!

 

WAKE UP non sarà solo un contenitore di musica, ma anche di dibattito. Non mancheranno infatti i Talk Show pomeridiani assieme al giornalista e dj radiofonico Massimo Cotto, dedicati ad approfondimenti sui linguaggi digitali e all’incontro con influencers e personaggi web di tendenza.

 

A dare un primo assaggio della rassegna, oltre alle anteprime di MOV SUMMER FESTIVAL by Wake Up, è stato anche l’evento ANTEPRIMA WAKE UP del 10 luglio, che per la prima volta ha portato WAKE UP oltre i confini della provincia di Cuneo fino ad Asti per una serata con DEEJAYTIME, EIFFEL 65 e CRISTINA D’AVENA, realizzata in collaborazione con AstiMusica.

 

Aperte le iscrizioni per il primo concorso di Video Clip dedicato ai registi emergenti

Festival internazionale del VideoClip

Ecco la Terza Edizione a Ravenna

Si terrà l’11, il 12 e 13 ottobre a RAVENNA la terza edizione di “IMAGinACTION”, il primo festival internazionale del videoclip. Dopo il successo delle prime due edizioni, anche quest’anno, “IMAGinACTION” sarà un’occasione unica per raccontare al pubblico, insieme ai big della scena musicale italiana e internazionale, il mondo dei videoclip: 3 giorni di incontri, immagini e suoni, con la musica al centro di tutto.

 

Nelle due precedenti edizioni il festival ha registrato un importante successo, ospitando grandi nomi della musica italiana ed internazionale come Sting, Mark Knopfler, Antonello Venditti, Edoardo Bennato, Ermal Meta, Luca Carboni, Gino Paoli, Carmen Consoli, Francesca Michielin, Alex Britti, Giusy Ferreri, Francesco Gabbani, Biondo, Rocco Hunt, Negrita e tanti altri… Anche quest’anno, tutti gli appuntamenti saranno a ingresso gratuito (presentarsi 30 minuti prima dell’inizio di ogni panel per poter accedere, fino ad esaurimento posti).

 

Appuntamento fisso del Festival è il progetto “Capolavori immaginati”, nato con l’idea di realizzare in ogni edizione di “IMAGinACTION” alcuni videoclip di brani che hanno fatto la storia della musica italiana, ma che non hanno mai avuto un video ufficiale, grazie alla professionalità di Stefano Salvati. L’anno scorso, è stato dedicato a “Una lunga storia d’amore” di Gino Paoli e “Gianna” di Rino Gaetano.

 

Novità della 3ª edizione, invece, rivolta ai ragazzi che sognano di lavorare nel mondo dei videoclip, è il concorso YOUNG IMAGinACTION AWARD lanciato grazie alla collaborazione con BPER Banca. Le iscrizioni sono aperte da oggi, venerdì 2 agosto, fino all’1 ottobre.

 

Possono partecipare i giovani dai 14 ai 27 anni presentando un videoclip inedito di una canzone inedita o edita (durata minima 90 secondi).

 

Sono previsti due vincitori, uno per la categoria under 18, a cui verrà data la possibilità di partecipare attivamente sul set alla realizzazione di un video musicale del regista Stefano Salvati, e uno per la categoria over 18, che avrà in premio una telecamera.

 

Al seguente link è possibile consultare il regolamento completo del concorso: https://www.imaginactionvideoclipfestival.com/young-imaginaction-award/.

 

Al via le iscrizioni “low cost” a 25 euro fino al 12 settembre

Runner ‘rodate’ i piedi per la 46^ edizione

Huawei RomaOstia Half Marathon

 

Foto Alfredo Falcone – LaPresse
10/03/2019 Roma ( Italia)
Sport
RomaOstia 2019
Nella foto:un momento della gara

Sono ufficialmente aperte sul sito www.romaostia.it le iscrizioni alla Huawei RomaOstia Half Marathon. L’evento, in programma domenica 8 marzo, il prossimo anno giungerà alla sua 46^ edizione.

 

Un traguardo importante per la mezza maratona più famosa in Italia, che viene corsa su un percorso tra i più veloci al mondo sulla distanza di 21,097 km, organizzata dal Gruppo Sportivo Bancari Romani GSBRun (Gruppo Sportivo Bancari Romani) in partnership con RCS Sports & Events dal 2018.

 

Un appuntamento atteso da tanti appassionati runner coronato da tanti successi sportivi e da numerosi riconoscimenti, tra questi la Gold Label della IAAF: il marchio d’eccellenza delle corse su strada che anche nel 2019 ha visto la mezza maratona che parte da Roma per arrivare al mare, come l’unica manifestazione in Italia a potersene fregiare.

 

Da sempre la Huawei Roma Ostia ha rappresentato un crocevia fondamentale per la stagione tanto del campione di fama internazionale quanto del runner amatore; un banco di prova importante per valutare la propria performance personale e confrontarsi con i competitors abituali. Un connubio perfetto tra requisito qualitativo assoluto ed attenzione al runner non professionista che, per volere specifico del patron Luciano Duchi, negli anni ha fatto guadagnare alla competizione un credito specifico presso gli addetti ai lavori di tutto il mondo.

 

Non mancheranno le novità, ancora allo studio da parte dell’Organizzazione, pensate per favorire la performance ed intercettare le nuove istanze emergenti del mondo running; ideate per la nuova edizione, tra queste molte saranno rivolte al crescente pubblico femminile crescente sull’evento, che ben si collegheranno alla Giornata Internazionale della Donna che coinciderà esattamente con la data della Huawei RomaOstia Half Marathon.

Nell’ultima edizione 12.500 sono stati i runner totali di cui 1.300 stranieri, provenienti da 72 nazioni. Un’organizzazione che cerca di dare il massimo dei servizi ai partecipanti.

 

PARTENZA A ONDE: Anche nel 2020 gli organizzatori confermano la partenza ad onde: i partecipanti saranno schierati nelle varie griglie in base ai tempi dichiarati, realizzati sulla distanza di mezza maratona nel 2018-2019-2020 e controllati scrupolosamente.

 

PREMI DI CATEGORIA: novità del 2020, premi per tutte le categorie Fidal.

 

ISCRIZIONI A SOLO 25 EURO:  Gli organizzatori hanno deciso di offrire ai runner più tempestivi la possibilità di iscriversi al prezzo più basso degli ultimi 4 anni. Il pettorale della mezza maratona più veloce, amata e partecipata d’Italia costerà fino al 12 settembre solo 25 euro! Le successive quote saranno di 30, 35 e 37 euro.

 

«Abbiamo deciso di proporre una prima tariffa molto competitiva -dice il patron Luciano Duchi- la più bassa degli ultimi 4 anni, per venire incontro ai tanti amatori che desiderano partecipare alla nostra manifestazione ma che tra costi di tesseramento, visita medica e talvolta anche di trasferta si trovano a dover spendere molti soldi. Ci auguriamo di fare cosa gradita e di vedere tantissimi amatori ai nastri di partenza domenica 8 marzo».

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.ilsalto.net/nuovi-appuntamenti-culturali-in-tutta-italia-un-salto-nellestate/
Twitter