11/06/2018 Ilaria Bonaccorsi

«Questa gente non ha nessuna considerazione per la vita degli esseri umani». Ha ragione Gino Strada

«Se avessero detto prima delle elezioni di voler andare al governo con la Lega, non avrebbero mai preso il 32 per cento di voti. Hanno messo insieme questa grossa presa in giro dei cittadini, il famoso inciucio fatto nelle stanze segrete», così ha detto Gino Strada del Movimento 5 stelle ed è così che interpretiamo il risultato delle amministrative. I Cinquestelle al palo erodono tutti i loro voti a sinistra. Perché se governi con la Lega a sinistra non ti votano più. È troppo. L’abbiamo scritto la settimana scorsa quando abbiamo provato ad immaginare una “rivoluzione di mezza estate”. Una settimana dopo c’è una nave in mezzo al mare e un ministro degli Interni che la tiene lì. 629 esseri umani abbandonati a largo, vittime di uno squilibrato. Non saprei come altro definire Matteo Salvini e me ne prendo tutti i rischi. E lo dico per un motivo banale: non si fanno trattative sulla pelle degli esseri umani. Non si fanno, giuste o sbagliate che siano. L’unica querela importante che abbia mai affrontato nella mia carriera di giornalista è proprio quella che mi ha fatto il nostro attuale ministro degli Interni per una vignetta che all’epoca ospitavo sul settimanale che dirigevo e che definiva Salvini “disumano”. Ecco, ci riesce complicato in questo momento non rivendicare il contenuto di quella satira. Disumano, lo ribadiamo, non perché siamo “buonisti” di sinistra che “non se li portano a casa loro” ma perché “NON SI FANNO LE TRATTATIVE SULLA PELLE DEGLI ESSERI UMANI”, giuste o sbagliate che siano le trattative.

Ma come siamo arrivati sin qui? Va detto forse… e lo fa sempre Gino Strada da Lucia Annunziata: «Il progetto di Minniti era quello di pagare gli assassini e su questo c’è unità di intenti “nei propositi” del successore. La politica del precedente ministro dell’Interno era un atto di guerra contro i migranti che ha prodotto dei morti. E Salvini vuole portarla avanti… Questa è gente che non ha nessuna considerazione per la vita degli esseri umani».

Ci siamo arrivati perché la sinistra ha inseguito la destra, ha parlato di invasione, di pericolo della tenuta democratica del paese, di bloccare gli sbarchi, di rimpatri veloci e persino di clandestini, senza mai dire che «un amore può essere clandestino» (come scrive Stefano Catone nel suo Dizionario #antifa), e cioè «non vedere mai il sole», non un essere umano. Invece di raccontare di guerre, di persone in gravi difficoltà, di costruire regole per un sistema di accoglienza che funzionasse, di costruire politiche di integrazione che funzionassero e di correre in Europa a battere vigorosamente i pugni sul tavolo per riformare la Dublino III, invece di inseguire i vari Orban nostrani nel nome di regolamenti sbagliati.

«L’Italia ha smesso di chinare il capo e di ubbidire, stavolta C’È CHI DICE NO. #chiudiamoiporti», ha twittato Salvini. E poi ancora: «Salvare le vite è un dovere, trasformare l’Italia in un enorme campo profughi no».
#cosasuccede di questa settimana si occupa di loro. Oggi è lunedì. Il cibo arriva a stasera sulla nave di Msf, le donne cantano preghiere. Gli uomini attendono. Sul tavolo di questo governo davvero sciagurato che rischia di divorare i 5stelle questa settimana ci sono le nomine da fare. La battaglia secondo voi è per la vita degli esseri umani? No, è per chi controllerà le Tlc, le telecomunicazioni. Capito?

Attenti allora, occhi aperti per capire se la Lega si approprierà di caselle fondamentali a tenere in piedi il silenzio del suo alleato più forte: Silvio Berlusconi. Per il resto un bestiario immondo che temiamo ci accompagnerà per un lungo periodo.

Nel frattempo viva i sindaci ribelli e viva la Spagna di Pedro Sanchez che ha fatto sapere che accoglierà lui l’Aquarius. Canta ‘Vittoria’ Salvini. Noi inorriditi. I 5 stelle?

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.ilsalto.net/ha-ragione-gino-strada/
Twitter