11/05/2019 Daniele Coltrinari

Speciale Giro d’Italia // I grandi scrittori al seguito della corsa rosa: Coppi e il Diavolo. Un romanzo di Gianni Brera

La 102esima edizione del Giro d’Italia si svolge da sabato 11 maggio a domenica 2 giugno. In questo lasso di tempo, #Letturesportive seguirà la “corsa rosa” ogni domenica, attraverso i libri dei grandi scrittori e giornalisti che hanno raccontato la competizione in questi 102 anni di vita del Giro d’Italia.

Ci sono storie di vita che s’incrociano, si conoscono, fanno la storia dello sport e della letteratura sportiva. Questo è successo a Fausto Coppi e Gianni Brera: il primo è stato “Campionissimo”, soprannominato anche L’Airone dallo stesso Brera, vincitore di cinque Giri d’Italia e due Tour de France, tra il 1940 e il 1952, protagonista della memorabile ed eterna rivalità con l’altro campione di quell’epoca, Gino Bartali; il secondo è stato uno dei più grandi giornalisti sportivi del dopoguerra.

C’è un libro di Brera, l’Anticavallo. Sulle strade del Tour del 1949 e il Giro d’Italia del 1976 che narra  delle strade polverose della Francia – percorse da Coppi e da Bartali – e del Giro del 1976. Tappa dopo tappa, dalla Sicilia fino a Milano, dove Felice Gimondi si aggiudicherà il suo terzo Giro D’Italia.

C’è un’opera di Gianni Brera che è parte del Giro d’Italia, anche se si concentra sulla carriera di Fausto Coppi; un’intervista realizzata qualche anno prima della morte di Coppi (“L’Airone” morì nel 1960 dopo aver contratto una malaria in Africa, nell’Alto Volta, oggi Burkina Faso e dove il Campionissimo si era recato per disputare una gara) che nel 1981 diventò un libro, Coppi e il Diavolo, edito da Rizzoli e che negli anni successivi sarà ristampato da altre case editrici.

Una “confidenza” di Coppi a Brera: il giornalista che domanda, chiede, è curioso. Un ciclista che si difende e che risponde, quasi si compiace, senza inquietudine. L’incontro si svolge nello studio di casa Brera e questa lunghissima intervista potrebbe occupare il taccuino di una stenografa professionista. Ma non basta comunque, serve un’appendice, un ulteriore approfondimento: si farà nell’abitacolo dell’automobile di Gianni Brera, mentre i due vanno da Milano a Bologna, invitati entrambi a un conciliabolo tra sportivi.

Coppi e il Diavolo è un racconto che segue le tappe della carriera del campione fin dall’infanzia, riportando fedelmente l’ambiente famigliare, umano e sportivo nel quale il corridore nato a Castellania, paese in provincia di Alessandria, cresce e si forma prima di diventare un mito del ciclismo mondiale.

Gianni Brera racconta quello che si nasconde dietro la facciata del campione senza farsi tanti problemi, i retroscena della vita di un uomo: le sue debolezze, le sue gioie, i suoi errori. La fatica e la passione di pedalare per vincere il diavolo che segue ognuno di noi e che per Coppi è stato prima la bicicletta, poi Bartali, poi l’amore passionale e distruttivo per la “Dama Bianca” (Giulia Occhini fu protagonista di una relazione sentimentale extraconiugale con il ciclista negli anni cinquanta del secolo scorso e che all’epoca destò scandalo), e infine la malaria mortale.

Un libro da leggere e da da collezionare, scritto da Gianni Brera, un icona del giornalismo sportivo e morto poco più che settantenne in un incidente stradale nel dicembre del 1992.

Il padre di Fausto batteva i mercati di Nova e di Tortona. Ci andava con Zagara attaccata al biroccio o in bicicletta. Fu il primo proprietario di bicicletta a Castellania. Poi ne comprò una lo Zio calzolaio, marito a una sorella del padre di Fausto. Era un’Aquila, aveva il manubrio basso, quasi simile a quello dei corridori. Fausto imparò a reggersi in bicicletta infilando nel quadro la gamba destra e pedalando come uno sciancato: si aggrappava al manubrio e oscillava in affanno da un pedale all’altro. Bastava gli starnazzasse davanti una gallina per farlo ruzzolare malamente. Aveva le ginocchia zeppe di sbucciature: né andava a piangere in casa, perché sua madre gli avrebbe dato il resto.

( Da “Coppi e il Diavolo”, di Gianni Brera)

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.ilsalto.net/giro-d-italia-gianni-brera-fausto-coppi/
Twitter