01/07/2019 Clara Habte

Concerti, spettacoli, cinema e tanti appuntamenti…l’estate è in città

Ecco gli appuntamenti dal 27 giugno al 3 luglio la Capitale è tutta da vivere

Cinema, arte, musica e passeggiate:

incontri d’autore nell’Estate Romana

Ancora una settimana ricca di appuntamenti per l’Estate Romana. Fino al 30 settembre, cinema, musica, teatro, arte, libri e passeggiate in ogni Municipio della città grazie al contributo delle tante realtà risultate idonee ai due avvisi pubblici Estate Romana 2019 e Arene 2019 ma anche delle istituzioni culturali cittadine. Qui alcuni degli appuntamenti dal 27 giugno al 3 luglio.

Si chiama Stupore la nuova edizione dei Giardini della Filarmonica, il festival estivo dell’Accademia Filarmonica Romana in programma fino al 6 luglio: un viaggio tra le arti e la musica del mondo con il contributo degli Istituti di cultura stranieri e delle realtà internazionali che animano la vita culturale della Capitale.

Dal 28 giugno arrivano le Guide Invisibili – Passeggiate sonore di e con i nuovi cittadini a cura dell’Associazione Laboratorio 53 Onlus. Fino al 15 settembre, il progetto intende creare, attraverso 14 eventi pubblici, un racconto sonoro della città di Roma dal punto di vista dei suoi cittadini migranti attraverso un sistema basato su auricolari e smartphone.

Fino all’8 settembre, appuntamento in Piazza Benedetto Brin con Arena Garbatella, l’arena cinematografica estiva a cura di Olivud srl. Sullo schermo, i film più rappresentativi delle ultime due stagioni, con un’attenzione particolare riservata alla commedia italiana, alle opere segnalate al David di Donatello e vincitrici di autorevoli premi cinematografici internazionali, nonché ai giovani registi emergenti. Non mancheranno incontri e dibattiti con registi, attori e tecnici dello spettacolo.

Dal 28 giugno al 2 settembre, a Villa Lazzaroni torna Parco del Cinema, a cura dell’Associazione Culturale Arene Diverse. Tanti i film in programmazione ma anche incontri con attori, registi ed esperti dell’ambito cinematografico. Spazio sarà dato anche al pubblico che potrà interagire con gli ospiti della rassegna.

Ultimo appuntamento, mercoledì 3 luglio, con la Festa per la Cultura a cura dell’Associazione culturale Controchiave. Nell’ambito delle celebrazioni e delle iniziative promosse da Roma Capitale in memoria dei 170 anni della Repubblica Romana del 1849, il Mausoleo Ossario Garibaldino ospiterà lo spettacolo teatrale con musica dal vivo La Romana Repubblica – Quanno er popolo diventò sovrano.

Si tiene fino al 15 agosto la seconda edizione di Parco Schuster a cura di Knock srl. Nel cuore di Ostiense, un ricco calendario di concerti live che vedrà alternarsi sul palco artisti del calibro di Greg and the Frigidaires, Lillo e i Vagabondi, Emilio Stella, Franco Micalizzi e molti altri.

Fino al 10 luglio è possibile prendere parte alla Call for entries de la 72° Ora: il concorso, a cura dell’Associazione culturale Le Bestevem, per giovani appassionati di cinema che sono chiamati a creare un cortometraggio in sole 72 ore. Per iscrivere la propria squadra, è sufficiente inviare una mail all’indirizzo 72esimaora@gmail.com.

Ancora, dal 1° luglio fino al 30 agosto, sarà possibile partecipare al contest poetico di Break Point Poetry – Città Poetica 2019, il progetto organizzato dall’Associazione Culturale Roma Centro Mostre. Per prendervi parte, è sufficiente collegarsi al sito www.erreciemme.net o alle pagine social della manifestazione e inviare il proprio componimento all’indirizzo bpp.cittapoetica@erreciemme.net. Il materiale selezionato sarà pubblicato sul sito di Roma Centro Mostre e parteciperà al reading poetico del 14 settembre al Parco degli Acquedotti.

MUSICA

Ultimi due appuntamenti per OperaCamion del Teatro dell’Opera di Roma che fino al 30 giugno, in collaborazione con le Biblioteche di Roma, porta “on the road” Figaro!, riduzione del Barbiere di Siviglia di Rossini. Sul palco/tir, la Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, che esegue le musiche dal vivo con la direzione del M° Carlo Donadio, e la compagnia di cantanti composta da giovani talenti, tra cui alcuni partecipanti al progetto “Fabbrica” Young Artist Program. Ultime date: giovedì 27 giugno a via S.G. Eudes/via della Pisana (Municipio XII) e domenica 30 in via Borgo Ticino, zona Casalotti (Municipio XIII). Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.15.

Continua fino al 5 agosto la programmazione musicale di Villa Ada – Roma incontro il Mondo a cura di D’Ada srl. Gli eventi in programma questa settimana sono: venerdì 28, sul palco salirà l’Orchestraccia mentre sabato 29, è la volta del concerto Caro Faber – Roma canta De Andrè con diversi artisti che omaggeranno il cantautore genovese. Domenica 30, ancora un omaggio di diversi artisti e band per Caro Lucio – Roma canta Battisti; lunedì 1° luglio, è la volta di Giovanni Lindo Ferretti. Martedì 2, concerto della band I Hate My Village + Zu; mercoledì 3, dal Mali, saranno sul palco i Tinariwen. Tutti i concerti inizieranno alle 21.30.

Si tiene fino al 15 agosto la seconda edizione di Parco Schuster a cura di Knock srl. Nel cuore di Ostiense, un ciclo di concerti tra i quali questa settimana segnaliamo: venerdì 28, Adriano Bono & the Reggae Circus; sabato 29, Animals in concerto in un tributo ai Pink Floyd; domenica 30, Greg & the Frigidaires. L’inizio dei concerti è previsto per le ore 21.30.

Con più di 100 concerti live, prosegue fino al 10 settembre Village Celimontana, il festival organizzato dal Jazz Village Roma srls. Questa settimana segnaliamo: venerdì 28, Emanuele Urso “The King Of Swing” Septet Swing; sabato 29, Saverio Martucci feat Allessandro Tomei – Il Miracolo del Giorno; domenica 30, Lake Jazz Orchestra; mercoledì 3 luglio, Max Paiella & The Rabbits. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 22.

Fino al 22 settembre appuntamento con Gianicolo in Musica a cura dell’Associazione Roma Musica e Cultura. Questa settimana segnaliamo: venerdì 28, il varietà musicale Greg “Swingaffair”; sabato 29, Alan Soul & Alanselzer; lunedì 1° luglio, BEAT4tet; martedì 2, Walter Ricci Trio; mercoledì 3, concerto folk romanesco degli Ardecore. Tutti i concerti avranno inizio alle 21.30.

Stupore la nuova edizione dei Giardini della Filarmonica, il festival estivo dell’Accademia Filarmonica Romana in programma fino al 6 luglio: un viaggio tra le arti e la musica del mondo con il contributo degli Istituti di cultura stranieri e delle realtà internazionali che animano la vita culturale della Capitale. Tra gli eventi in programma: venerdì 28 alle 21.30, Germano Mazzocchetti Ensemble; sabato 29 alle 21.30, Munedaiko – L’emozione dei tamburi giapponesi: concerto di musica tradizionale giapponese in collaborazione con l’Istituto Giapponese di Cultura. Domenica 30 alle 20, concerto di musica irlandese con Naomi Berrill in collaborazione con l’Ambasciata d’Irlanda; lunedì 1° luglio alle 21, concerto dell’Orquesta Filarmónica de Medellín in collaborazione con Embajada de Colombia en Italia, Cartagena Festival de Muśica, Procolombia e Filarmed; martedì 2 alle 21.30, concerto dell’ensemble di fiati, archi e legni della JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia; mercoledì 3 giornata omaggio a Michele Dall’Ongaro con alle 20 il Quartetto Henao e alle 21.30 l’esecuzione del melologo per voce recitante e archi Gilda, mia Gilda (per non dire Il Rigoletto).

CAMMINANDO

Fino al 29 settembre, il gruppo de I Viaggi di Adriano propone tutti i venerdì alle 21.30 e sabato alle 21 le sue Visite Guidate Teatralizzate: 55 appuntamenti, per conoscere Roma in modo innovativo e per entrare in contatto con la storia e i suoi protagonisti. Le prossime visite sono: venerdì 28 giugno, La vera storia del Marchese del Grillo, da Piazza del Quirinale al Rione Monti; I Borgia: il potere del Male, con partenza da Piazza Sforza Cesarini; Bernini vs Borromini: geni rivali nella Roma barocca, con partenza dalla Chiesa di Sant’Andrea delle Fratte. Sabato 29, Caravaggio a Roma: vita e opereIcon partenza da Piazza Borghese; Michelangelo: il cuore e la pietra,un percorso da Piazza del Campidoglio; Claretta Petacci; l’amore del Ventennio all’Eur con partenza da Piazzale Kennedy, di fronte al Palazzo dei Congressi.

Dal 28 giugno arrivano le Guide Invisibili – Passeggiate sonore di e con i nuovi cittadini a cura dell’Associazione Laboratorio 53 Onlus. Fino al 15 settembre, il progetto intende creare, attraverso 14 eventi pubblici, un racconto sonoro della città di Roma dal punto di vista dei suoi cittadini migranti attraverso un sistema basato su auricolari e smartphone. Di seguito, i primi appuntamenti: venerdì 28 alle 17 e alle 18, con punto d’incontro in Piazza di Spagna, si parlerà del viaggio dai paesi d’origine verso l’Italia, il rapporto tra i cittadini migranti e il centro storico della città e la condizione femminile nei paesi d’emigrazione; sabato 29 alle 16 e alle 17, con partenza da Termini, di fronte all’ingresso della Stazione Roma Laziali, si affronterà il tema della socialità migrante nel nuovo contesto romano, il rapporto col pregiudizio, il disagio psicologico sofferto da molti migranti, le ambizioni del viaggio e della scoperta del continente europeo; domenica 30 alle 17.30 e alle 18.30, con partenza da Piazza Mastai, si parlerà delle condizione delle giovani donne in Siria, il rapporto tra medicina tradizionale e medicina occidentale e religione nelle pratiche di cura e guarigione, pratiche di autorganizzazione e comunità. Per partecipare, è necessario inviare una mail all’indirizzo guideinvisibili@gmail.com o prenotarsi tramite i canali social del progetto.

TEATRO

Fino al 4 agosto, Artestudio propone Teatro a Righe: un ciclo di appuntamenti per re-interpretare la tradizione storica e culturale della città tra la Casa delle Donne, Regina Coeli, la Libreria Odradek e le strade del I Municipio. Tra gli appuntamenti in programma: sabato 29 giugno alle 21 alla Casa Internazionale delle Donne, La delicata preda: spettacolo di teatrodanza della Compagnia Refugees Theatre Company; domenica 30 alle 21, sempre alla Casa Internazionale delle Donne, lo spettacolo teatrale Alla greca movimento 1 della Compagnia Rodez, a cura di Yoko Hakiko. Stessa location, lunedì 1° luglio alle 9.30 per il Workshop di Yoga con Francesca Sandrini; martedì 2 alle 18 nella Libreria Odradek, Reading bilingue sui giovani poeti americani con la Compagnia Cane Pezzato e a cura di Alessandro Piscopo.

FILM

Fino all’8 settembre, appuntamento in Piazza Benedetto Brin con Arena Garbatella, l’arena cinematografica estiva a cura di Olivud srl. Queste le proiezioni in programma questa settimana: venerdì 28, “Un nemico che ti vuole bene” di Denis Rabaglia; sabato 29, “10 giorni senza mamma” di Alessandro Genovesi; domenica 30, “Moschettieri del re di Giovanni Veronesi”; lunedì 1° luglio, “Domani è un altro giorno” di Simone Spada; martedì 2, “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi; mercoledì 3, “L’agenzia dei bugiardi” di Volfango De Biasi. Le proiezioni sono previste alle 21.15.

La Casa del Cinema fino al 9 settembre propone Caleidoscopio: 86 serate di cinema nel Teatro all’aperto Ettore Scola a Villa Borghese. Con i suoi 300 posti sotto le stelle, l’arena propone festival internazionali e serate a tema. Tra gli appuntamenti in programma questa settimana, venerdì 28 alle 19.30, proiezione del documentario “Sempre Libera Sonya Yoncheva” di Georgi Toshev; sabato 29 alle 17.30, “Bad Girl, Cattiva Ragazza – Cherkasky Chronicles”: l’unico documentario mai girato sulla vita di Yordan Radichkov. Domenica 30 alle 20.30, “Benzina” di Katerina Goranova e Assen Blatechki; lunedì 1° luglio dalle 21.30, proiezione dei due docufilm rispettivamente di Giovanni Franciolini e Paolo Virzì Age & Scarpelli “La strana coppia e La strana coppia”. Incontro con Age & Scarpelli. Martedì 2 alle 21.30, proiezione di “Notte Italiana” di Carlo Mazzacurati; mercoledì 3 alle 21.30, il film di Gurinder Chada, “Bride and Prejudice”.

AGIS Lazio propone al Parco Talenti, fino all’8 settembre, la prima edizione del Talenti Cine Village. Le proiezioni in programma alle 21.15 questa settimana sono: venerdì 28, “Robin Hood: l’origine della Leggenda” di Otto Bathurst; sabato 29, “Mamma mia” di Phyllida Lloyd; domenica 30, “Il ritorno di Mary Poppins” di Rob Marshall. Lunedì 1° luglio, “Un affare di famiglia” di Kore’eda Hirokazu’; martedì 2 questa volta alle 20.30, per il ciclo “Profeta in Patria. Volti romani nel cinema di oggi”, proiezione di “A mano disarmata” di Claudio Bonivento accompagnata dall’incontro con la protagonista Claudia Gerini; mercoledì 3, “Captain Marvel” di Anna Boden.

Dal 28 giugno al 2 settembre, a Villa Lazzaroni torna Parco del Cinema, l’arena cinematografica en plein air a cura dell’Associazione Culturale Arene Diverse. In programmazione questa settimana, ogni sera alle 21.15: venerdì 28, “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni; sabato 29, “10 giorni senza mamma” di Alessandro Genovesi; domenica 30, “Ti presento Sofia” di Guido Chiesa; lunedì 1° luglio, “Amici come prima” di Christian De Sica; martedì 2, “L’agenzia dei bugiardi” di Volfango De Biasi; mercoledì 3, “Non sposate le mie figlie 2” di Philippe Chauveron.

Fino al 10 luglio è possibile prendere parte alla Call for entries de la 72° Ora: il concorso, a cura dell’Associazione culturale Le Bestevem, per giovani appassionati di cinema che sono chiamati a creare un cortometraggio in sole 72 ore. Per iscrivere la propria squadra, è sufficiente inviare una mail all’indirizzo 72esimaora@gmail.com.

INCROCI ARTISTICI

Ultimo appuntamento, mercoledì 3 luglio, con la Festa per la Cultura a cura dell’Associazione culturale Controchiave. Alle 21, nell’ambito delle celebrazioni e delle iniziative promosse da Roma Capitale in memoria dei 170 anni della Repubblica Romana del 1849, il Mausoleo Ossario Garibaldino ospiterà lo spettacolo teatrale con musica dal vivo La Romana Repubblica – Quanno er popolo diventò sovrano.

Fino al 4 luglio, l’Associazione Be Pop porta al Caffè Nemorense la seconda edizione di Be Pop! Senza perdere l’amore: nove appuntamenti per parlare di diritti umani e civili, migrazioni, violenza sulle donne, caporalato, città, ma anche comunicazione e racconto del presente. Tra gli eventi in programma, giovedì 27 alle 21.30, Vedute notturne: proiezioni fotografiche al parco a cura di Giovanna D’Ascenzi e Rosy Santella dell’Internazionale; martedì 2 luglio alle 19.30, incontro con il linguista Federico Faloppa, Vincenzo Visco Comandini, economista specializzato in regolamentazione della Rete, e Igiaba Scego, scrittrice, che dialogheranno accompagnati dalla giornalista Eva Giovannini. Mercoledì 3 alle 19.30, Letture da “Ferite a morte” di Serena Dandini e Maura Misiti, con le attrici Annagaia Marchioro, Giulia Maulucci, Michela Giraud e Guia Scognamiglio. Seguirà l’incontro con Cecilia D’Elia, Assessore Politiche Sociali del Municipio Roma II, la filosofa Francesca Brezzi, Oria Gargano di Be Free, Simona Ammerata di Lucha y Siesta e la senatrice Emma Bonino.

Fino al 26 luglio, appuntamento al Parco Nomentano con Thoma – il giardino dell’arte a cura di Art Plus Roma: una selezione tra le proposte emergenti del panorama artistico romano in un giardino dedicato all’arte. Giovedì 27, si potrà visitare la mostra di Andrea Kengo, organizzata da Caligola Tattoo, mentre da venerdì 28 a domenica 30, sarà allestita l’esposizione di Luca Esposito e Blu Glitter a cura di HideArt. Le mostre sono visitabili dalle 18 alle 22.

Nei Giardini di Castel Sant’Angelo, fino al 1° settembre c’è Letture d’Estate a cura della Federazione Italiana Invito alla Lettura. Tra gli eventi in programma questa settimana: giovedì 27 alle 21, presentazione del libro di Vanni Santoni “I Fratelli Michelangelo” (Mondadori); venerdì 28 alle 20, Fabio Canino incontrerà il pubblico per parlare di “Le parole che mancano al cuore” (Sem Edizioni); venerdì 28 alle 21.30, concerto dei Roma Afrocuban Quartet; sabato 29 dalle 19.30, Grande Festa di Peter Pan Onlus con aperitivo, torneo di ping pong solidale e diversi ospiti: Roberto Angelini & Pier Cortese, Ladyvette, Antonio Giuliani e Riccardo Graziosi. Domenica 30 alle 21, gli autori Mariano Sabatini, Loredana Pulito e Giulio Leoni incontreranno il pubblico per parlare della raccolta di racconti “Moon. 50 anni allunaggio”, a cura di Divier Nelli (Lisciani Libri). Lunedì 1° luglio alle 20 è la volta di Chiara Scipioni che presenterà il suo primo romanzo Il teorema di esistenza degli zeri (Castelvecchi). Martedì 2 alle 21, appuntamento con Writer Monkey per la presentazione di “Ti racconto la donna”, Happy Turtle e “La radice dell’infinito”; mercoledì 3 alle 21, incontro con Luca Di Bartolomei che presenterà il suo libro “Dritto al cuore” (Baldini+Castoldi).

Fino al 14 settembre appuntamento al Parco Archeologico di Ostia Antica (Viale dei Romagnoli, 717) con la IV edizione di Ostia Antica Festival 2019 – Il Mito e il Sogno, a cura de I Borghi srl.

Rassegna che presenta grandi spettacoli di musica, teatro e danza fra tradizione e innovazione.

Il Festival anche quest’anno, come nelle scorse edizioni, presenta un cartellone davvero prestigioso che alterna grandi concerti a importanti spettacoli teatrali, grazie agli artisti italiani e internazionali che si alterneranno sul palcoscenico del Teatro Romano del Parco Archeologico.

Tra i protagonisti dell’edizione 2019 troviamo: Giancarlo Giannini, Monica Guerritore, Mariano Rigillo, Romina Mondello, Luca Argentero, Edoardo Leo, Antonio Rezza, Lino Guanciale, Luca Biagini, Federico Perrotta, Valentina Olla, Franco Oppini, Debora Caprioglio, il Progetto Goldstein e per la musica Kraftwerk, James Blake, Neurosis, Loreena McKennitt, Negrita, Levante, Marlene Kuntz, Loredana Bertè, Mogol, Gianmarco Carroccia. Per la danza, la seconda edizione del Festival Internazionale Heritart.

In programma questa settimana: venerdì 28 giugno, il concerto di musica elettronica dei Kraftwerk; sabato 29, in scena Antonio Rezza e Flavia Mastrella con “7 14 21 28”. L’inizio degli spettacolo è previsto alle 21.

Dal 1° luglio fino al 30 agosto, sarà possibile partecipare al contest poetico di Break Point Poetry – Città Poetica 2019, il progetto organizzato dall’Associazione Culturale Roma Centro Mostre. Per prendervi parte, è sufficiente collegarsi al sito www.erreciemme.net o alle pagine social della manifestazione e inviare il proprio componimento all’indirizzo bpp.cittapoetica@erreciemme.net. Il materiale selezionato sarà pubblicato sul sito di Roma Centro Mostre e parteciperà al reading poetico del 14 settembre al Parco degli Acquedotti. Info 060608 www.estateromana.comune.roma.it

 

Da giovedì 27 giugno a domenica 8 settembre una straordinaria opportunità

ArtCity 2019, da Castel Sant’Angelo

alla scoperta di luoghi nascosti del Lazio

ArtCity 2019 (dal 27 giugno al 16 settembre) può essere una straordinaria occasione per ammirare e vivere in modo inusuale abbazie, musei e aree archeologiche sparse nel Lazio, grazie a performance scelte nel rispetto e nell’armonia dei singoli siti.

La manifestazione realizzata dal Polo Museale del Lazio e dall’Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, vede coinvolti siti e musei da Roma a Palestrina, Formia, Cerveteri e Cassino, per un totale di 160 eventi declinati in sette rassegne e distribuiti in due mesi e mezzo di programmazione.

ArtCity, come sottolinea con passione la direttrice del Polo Museale del Lazio, Edith Gabrielli, è un progetto museologico pensato per portare principalmente le persone che vivono nel territorio in questi siti, con l’obiettivo preciso di trasformarli in luoghi di incontro e di scambio, tenendo fermi la tutela e il decoro dei luoghi, il rigore scientifico e la qualità artistica.

A Roma Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo si animano con tre rassegne. Conversazioni nella Loggia, a Palazzo Venezia, che comprende tre cicli di incontri: Voi Ch’ascoltate, dedicato ai padri della letteratura italiana – Dante, Petrarca, Leonardi e Manzoni -, curato da Eraldo Affinati. Il secondo ciclo, dedicato all’arte e curato da Valter Curzi, prende il nome di L’arte ci racconta, e qui si parlerà della Roma Medievale, dell’Adorazione dei Magi di Leonardo e di Rubens a Roma. Per il ciclo Conversazioni di Architettura, curato da Sonia Martone e Pisana Posocco si parlerà dell’architettura pubblica e dell’urbanistica attraverso le voci di studiosi e architetti di fama mondiale.

Castel Sant’Angelo ospita uno degli appuntamenti fissi dell’Estate Romana, Sere d’arte, che si articola in tre rassegne: Notti di Musica al Castello, curata da Ernesto Assante, propone piccoli spettacoli acustici dove si esibiranno artisti celebri in una dimensione inedita o artisti che, per la propria storia o il proprio stile, possono proporre repertori originari. La sezione Pianissimo vede come protagonista il pianoforte, appunto, strumento antico che coniuga perfettamente passato e presente. Tra i protagonisti che daranno vita alla rassegna si ricorda Dominic Miller, Key Eastwood, Giovanni Guidi e il siriano Aeham Ahmad.

Sempre negli spazi di Castel Sant’Angelo anche quest’anno è in programma I Bambini e ArtCity, un ciclo di sette spettacoli dedicati ai più piccoli tra i 3 e 10 anni e alle loro famiglie. Anche qui una visita guidata pensata per tutta la famiglia precederà gli spettacoli.

La rassegna Sere d’arte comprende anche Il Castello si racconta, quattro itinerari di visita guidata dedicati alla scoperta di questo straordinariomonumento con la sua storia millenaria, i personaggi che lo hanno popolato, le leggende e tradizioni che lo hanno reso unico nei secoli.

Da segnare la mostra “Bulgari, la storia, il sogno” (dal 26 giugno al 3 novembre 2019), che avrà luogo nella doppia sede di Castel Sant’Angelo e Palazzo Venezia. L’esposizione traccerà la storia del successo della celebre Maison, raccontandone la trasformazione da piccola realtà a conduzione familiare a marchio globale del lusso.

Grazie alla virtuosa sinergia con il territorio e perciò con le amministrazioni locali si è potuto dar vita alla rassegna coordinata da Marina Cogotti Palcoscenico, che vede coinvolti ben 23 siti d’eccellenza nel Lazio tra musei, palazzi nobiliari e complessi religiosi, legati da un programma vario e declinato secondo suggestioni dettate dai luoghi. Sarà l’occasione per conoscere o riscoprire il territorio laziale attraverso la fruizione piena e integrata dei suoi luoghi di cultura.

Sogno d’una notte di mezza estate apre la rassegna a Bagnaia di Viterbo nei suggestivi giardini di Villa Lante (6 luglio), Alessio Boni e Marcello Prayer impegnati in Canto degli esclusi, concerto a due per Alda Merini, presso il Palazzo Farnese di Caprarola (7 luglio). L’Abbazia di Montecassino vedrà il concerto Gospel dei Chicago High Spirits (14 luglio). Si passa poi al Palazzo Alteri di Oriolo Romano con il progetto Giovanni Guidi Quintet (14 luglio). Sempre lo stesso giorno l’Oriente incontra l’Occidente nella straordinaria Abbazia Greca di San Nilo a Grottaferrata con l’Orchestra mandolinistica romana. Visite teatralizzate a Palazzo Farnese di Caprarola.

Cross-over tra musica rinascimentale occidentale e repertorio mediorientale con Alba Maryam Project nella splendida chiesa di San Pietro in Tuscania (26 luglio). Dal Barocco al Tango con il violoncello di Luigi Puxeddu e il contrabbasso di Alberto Bocini a Villa Giustiniani di Bassano Romano (26 luglio). L’affascinante musica del polistrumentista Luca Ciarla al Museo Archeologico di Civitavecchia il 28 luglio. Lo stesso giorno Luigi Lo Cascio a Forte Sangallo (Palestrina), rilegge i suoi duecentoquaranta tentativi di romanzo, tutti interrotti. L’Abbazia di Casamari (Veroli) si anima con le note dei cento ragazzi della JuniorOrchestra Santa Cecilia il primo agosto e il 3 agosto la Vertuosa Compagnia de’ musici incanterà al Giardino delle Erme antistante la Casina del Piacere di Palazzo Farnese a Caprarola.

Un viaggio nei secoli tra canti Arabi e carnascialeschi della Firenze medicea, per arrivare al Fado filtrati da sound e arrangiamenti della world music con Vincenzo De Filippo ospitato nella conca del Lago di Nemi in prossimità del Museo Nazionale delle Navi Romane (4 agosto). Nel suggestivo scenario della Torre di Cicerone di Arpino il 9 agosto l’Anonima armonisti riporterà in vita il genere ‘a cappella’. Voci maschili e viole da gamba in Consort con La Vertuosa Compagnia de’ musici al Palazzo Farnese di Caprarola il 10 agosto. A Vulci il 18 agosto Ascanio Celestini sarà narratore di Il nostro domani.

Il primo settembre, nella cornice del Monastero di Santa Scolastica di Subiaco, Mondo Antiquo condurrà nella scoperta della produzione sacra di Antonio Vivaldi. A Viterbo presso il Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz, Anna Foglietta interpreta l’ultima trilogia Le Storie del Decamerone con Una guerra di Michele Santeramo. Effetto Mozart con I Cameristi del Maggio Fiorentino alla Cappella dell’Annunziata di Cori (8 settembre). A chiudere la rassegna il 14 settembre sarà l’Ensemble Orchestra Aim Roma e il Coro Vocal Ensemble presso uno degli splendidi esempi di architettura gotica in Italia, l’Abbazia di Fossanova a Priverno.

La rassegna Immaginario Etrusco, coordinata sempre da Marina Cogotti, vede un fitto programma di spettacoli di musica, teatro, visite a tema e laboratori, organizzati tra le necropoli e i musei di Cerveteri e Tarquinia da quindici anni inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

Dei 36 eventi distribuiti nei quattro siti, ricordiamo Sergio Cammariere che apre la manifestazione il 4 luglio a Cerveteri, dove il giorno seguente salirà sul palco Micol & Band con Arparock. Sempre il 5 luglio a Tarquinia Coro Cantering. Presso la Necropoli della Banditaccia di Cerveteri è in programma Novecento di Alessandro Baricco, interpretato da Valentina Cognatti e Loredana Piendimonte accompagnate dalle note Jazz di Simone Di Cataldi (6 luglio). Sempre alla Necropoli di Cerveteri l’Opera Pia di Gianfranco Vergone con Loredana Piendimonte (7 luglio). La Necropoli di Monterozzi (Tarquinia) ospita il 12 luglio Canto Libero omaggio a Battisti con Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra. Sempre alla Necropoli di Tarquinia giovedì 18 luglio iniziano i Giovedì Swing. Il venerdì successivo a Cerveteri serata con Giancarlo Giannini che farà riflettere sui testi della letteratura accompagnato dal quartetto di Marco Zurzolo.

Il 2 agosto Tarquinia vede protagonista la Banda Osiris con un viaggio musical-teatrale Le dolenti note. La Necropoli di Cerveteri farà da quinta ideale per il tributo alle musiche del grande compositore Italiano The Legend of Morricone con l’Ensemble Symphony Orchestra (8 agosto). La sinergia con alcune manifestazioni del territorio come il Festival Una Striscia di Terra Feconda ha dato vita ad una serata (6 settembre) in compagnia della fisarmonica di Daniel Mille e del violoncello di Grégoire Korniluk che accompagneranno il pubblico nel mondo della canzone francese e a seguire il contrabbassista Jacopo Ferrazza con il suo ensemble accompagnerà la voce di Camille Bertault.

A chiudere il 7 settembre a Cerveteri incontro con il fisarmonicista Pascal Contet e il contrabbassista Daniele Roccato, chiuderà la serata Franco D’Andrea con il suo nuovo Trio New Things.

Immaginario Etrusco però come si è indicato, è anche workshop, laboratori e caccie al tesoro per i più piccoli e visite guidate per rendere accessibili a tutti questi luoghi d’eccezione.

Palestrina ospiterà la seconda edizione della rassegna Luci su Fortuna, anche qui visite teatralizzate e spettacoli ospitati nel grandioso complesso dell’antica Praeneste sempre a cura di Marina Cogotti.

Inaugurano la rassegna, il 13 luglio, Marina Rei e Paolo Benvegnù con Canzoni contro la disattenzione in box. Adriano Giannini e l’Orchestra Swing di Nico Gori daranno vita a Il grande Gatsby in prima nazionale (21 luglio). In collaborazione con il festival Una striscia di terra feconda, in scena Gioco di Parole e Note tra la voce di Urbano Barberini e il pianoforte di Antonio Figura (26 luglio). Il giovane trombettista Fidel Fourneyron incontra il 27 luglio la chitarra di Francesco Diodati in una prima d’eccezione, a seguire il trio formato da Roberto Ottaviano al sassofono, Mauro Gargano al contrabbasso e Christophe Marguet alla batteria. Il 3 agosto è la volta della contaminazione musicale Nuove Tribù Zulù, mentre l’11 agosto sale sul palco il quintetto di voci maschili armonizzate e accompagnate da un pianoforte, l’Italian Harmonists.

Il 29 agosto è la volta di Claudio Santamaria con le Storie dal Decamerone: Il Potere di Michele Santeramo, accompagnato dal violoncello di Francesco Mariozzi. A chiudere la rassegna il 1°settembre l’ultimo appuntamento delle teatralizzazioni di Emanuele Palma con Claudio Capecelatro e Valentina Bruno.

Sempre coordinata e curata da Marina Cogotti la rassegna dedicata alle parole e ai suoni del Mediterraneo, Mediterranea appunto, che vede come protagonisti i siti di Formia, Minturno e Sperlonga.

Iaia Forte inaugura la rassegna il 19 luglio con L’isola di Arturo di Elsa Morante (Formia). Enzo Avitabile a Minturno il 20 luglio. A Sperlonga il 21 luglio è la volta dello spettacolo L’Oracolo di Fauno, fantasia scenica sui miti del Lazio antico. La Med Free Orchestra sarà protagonista il 27 luglio a Minturno dove il sabato successivo vedrà l’omaggio della Solis String Quartet alla poesia e alla musica di Franco Califano interpretata in chiave femminile anche dalla voce di Claudia Gerini. Il 4 agosto Formia ospita il concerto Mozart, Sonate per piano e violino con Fiorenzo Pascalucci e Davide Alogna. Il 10 agosto il Canzoniere grecanico salentino porterà a Minturno lo spettacolo Lecce incontra New York.

Sempre nello splendido scenario di Minturno James Senese Napoli Centrale porta sul palco il nuovo lavoro musicale Aspettanno o’ tiempo (22 agosto). Oriente e Occidente si fondono grazie all’ensemble Samih Mahjoubi Group. A chiudere la rassegna il 24 agosto nel Teatro di Sperlonga sarà il Prometeo del Teatro Mobile per la regia di Marcello Cava.

Le serate della rassegna Anfiteatro sotto la supervisione di Marina Cogotto, si articola in quattro eventi integrati alla visita guidata del complesso antico di Cassino. L’aerea archeologica è infatti dominata dalla presenza dell’anfiteatro, un grande edificio per spettacoli che una testimonianza epigrafica attribuisce all’iniziativa di una donna, la matrona cassinate Ummidia Quadratilla. Giovanni Allevi inaugura la rassegna il 12 luglio con il suo Piano solo tour – Summer 2019. Il 17 luglio è la volta di Neri Marcorè con l’Orchestra Bottoni. Serata dedicata alla grande musica e al cinema il 21 luglio con lo spettacolo Ciak si gira! Cine…mà, che vede protagonista la voce di Alma Manera.

Il 28 luglio è la volta della Medea di Euripide interpretata da Laura Morante accompagnata da Lorenzo Fuoco al violino e Salvatore Monzo al pianoforte. Marina Massironi chiude la rassegna il 2 agosto con un reading teatrale sull’Otello di Verdi.

All’interno di questo fitto programma di ArtCity un importante spazio è dedicato a Moduli Lunari, voluto fortemente da Edith Gabrielli, incontri tra scienza e arte per festeggiare e riflettere a Cinquant’anni dallo sbarco sulla Luna. La rassegna si articolerà in diversi luoghi del Lazio, da Bassano Romano a Caprarola, in tutto otto incontri curati da Graziano Graziani per raccontare il rapporto dell’uomo con il suo satellite da quel fatidico incontro il 20 luglio 1969, anche se l’umanità la Luna l’ha sempre studiata e desiderata fin dall’antichità. https://www.art-city.it

 

Il blog dedicato all’universo maschile festeggia 2 milioni di visite

Men’s Life la festa è real

al SINGITA Miracle Beach

MEN’SLIFE, il blog dedicato all’universo maschile, on line da dicembre 2017, festeggia i primi 2 milioni di visite e per celebrare questo importante dato di affluenza virtuale organizza una festa di presentazione ufficiale del sito in uno dei luoghi più cool del litorale romano, il Singita Miracle Beach di Fregene (Via Silvi Marina, 223/a)

L’appuntamento, aperto alla stampa e a tutti i curiosi (e le curiose) dell’universo maschile è mercoledì 10 luglio, a partire dalle ore 18.

Ad accogliere gli invitati l’ideatrice del blog, Maria Luisa Barbarulo (già coordinatrice del portale VediamociChiara.it e degli eventi correlati) e alcune delle firme di Men’s life, tra cui Roberto Bitelli, coordinatore del blog, il coach Andrea Maggio, il sessuologo Marco Silvaggi, il dott. Alberto Aiuto e il food – eco blogger Gianluca Bitelli.

Completano il team di lavoro altri blogger come l’editorialista Claudio Razeto, il trader Massimo Mamprim, il British correspondent Alex F. Romeo, l’esperto di 4 zampe Fabio Carta, l’attore Simone Buffa, l’opinionista Federico Ghezzi, l’esperto di Vela Pierfrancesco Pierangelini, Mudir (pseudonimo) con racconti di vita vissuta, il Dr. Marco Bitelli, coordinatore Società italiana di Andrologia, e la redazione medico-scientifica coordinata dal dott. Massimo Danti.

Un tardo pomeriggio strutturato in versione “fresh & easy” in cui, oltre ad illustrare i dati del blog, il pubblico verrà coinvolto in iniziative conviviali che spaziano dalla ginnastica sulla spiaggia, insieme al personal trainer Hiroshi Mazzanti, all’apericena in riva al mare con il suggestivo saluto al sole che culminerà con l’estrazione di un week end per due persone.

Nel blog ideato dalla casa editrice Viluba, 14 appassionati blogger si raccontano affrontando i temi più diversi, ma con un comune denominatore: la passione.

Su Men’s life si leggono infatti post che vanno dal food all’ambiente, dalla crescita personale all’amore per gli animali, dai viaggi alla lettura di temi di attualità, con un focus sulla salute e il benessere, che passa anche per la sessualità maschile.

Il blog Men’life in soli 18 mesi è già diventato un punto di riferimento per gli utenti di ogni generazione, registrando aficionados costanti per oltre il 30% delle visite giornaliere.

Il dress code per partecipare alla conferenza-festa è essenziale: bermuda e pareo! Vietate le formalità…

L’evento è a numero chiuso.

Per partecipare è NECESSARIO prenotarsi all’indirizzo mail: duemilioni@menslife.it e ricevere il codice numerico che dà accesso all’evento.

 

Dopo aver realizzato la colonna sonora del film “Tutto Liscio” ecco il nuovo singolo

Solo per stare con te”, Mirko Casadei

Torna in radio e scalda le piazze d’Italia

Dopo aver realizzato la colonna sonora del film “Tutto Liscio” uscito al cinema ad aprile di quest’anno con Maria Grazia Cucinotta e Piero Maggiò, MIRKO CASADEI torna in radio con un nuovo singolo che ricorda le caldi notti estive.

Da venerdì 28 giugno, infatti, sarà in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Solo per stare con te” ed inizia il tour da Milano alla La balera dell’Ortica che vede la band in giro per il Paese.

“Solo per stare con te” è un brano scritto a 4 mani insieme al cantautore Zibba. Il testo racconta dei viaggi di ritorno a casa durante le calde notti estive, viaggi di lavoro che portano l’artista lontano da casa e dalla propria terra.

«“Solo per stare con te” parla di un viaggio lungo la penisola Italiana in un estate bollente – racconta Mirko Casadei – attraversando le meraviglie del nostro bel paese, percorrendo l’autostrada che mi porta lontano dalla mia terra. Viaggiare è per me la scuola di vita più importante, incontrare tante persone meravigliose, fare nuove esperienze, vedere posti straordinari. Poi però la voglia di ripartire si fa sentire presto, conto le ore che mi separano da casa mia, per vedere il mio mare, la mia Romagna, ma prima di tutto voglio tornare al più presto da lei. Il riff ripete queste parole SOLO PER STARE CON TE…il mio grande amore, Noa la mia nipotina di 6 anni, è dedicata a lei questa canzone. Ho scritto questo testo insieme a Zibba, che ha anche curato la produzione in studio. Una bella persona e un grande professionista, un nuovo amico che ho incontrato nel mio viaggio musicale».

Continua il tour estivo di MIRKO CASADEI, alla guida della storica Orchestra Casadei. Oltre 30 concerti in tutte le più belle location estive della penisola italiana. Un tour unico che prevede in scaletta brani per la prima il nuovo singolo “Solo per stare con te”, oltre ai brani di repertorio che intrecciano suoni e sapori di generi musicali pop-folk di svariate provenienze (liscio, reggae, ska e taranta).

L’esibizione del musicista romagnolo sarà impreziosita dalla fisarmonica mediterranea di Manuel Petti il giovane direttore musicale della band, dalla nuova figura femminile dell’Orchestra Valeria Magnani al violino e voce, poi la voce e la chitarra di Stefano Giugliarelli, il sax e il clarinetto in do di Marco Lazzarini, la simpatia contagiosa del brasiliano Gil Da Silva (tromba, voce e percussioni) e da tutta la carica di Enrico Montanaro (batteria).

Queste le altre tappe del tour estivo: Venerdì 5 luglio, San Mauro Mare (FC) La Notte Rosa; Sabato 6 luglio, Riva Ligure (IM) Festa di Piazza; Sabato 13 luglio, Fiumicello (UD) Festa Delle Pesche; Venerdi 19 luglio, Fratticciola Selvatica (PG) Festa di piazza; Sabato 20 luglio, Montese (MO) Festa di Piazza; Giovedì 25 luglio, Rimini, PiadiNight -la Notte della Piadina; Venerdì 26 luglio, Alviano Scalo (TR); Sabato 27 luglio, Alba Adriatica (TE) Festa di Piazza; Venerdì 2 agosto, Fanano (MO) Festa di Piazza; Sabato 3 agosto, Lido di Savio (RA) -Balamondo World Music Festival; Giovedì 8 agosto, Sanluri (CA) Festa di Piazza; Sabato 10 agosto, Montescudo (RN) Sagra della Patata; Domenica 11 agosto, Pegognaga (MN) La fiera di San Lorenzo; Giovedì 15 agosto, Berchidda (SS) Time in Jazz Festival di Paolo Fresu; Venerdì 16 agosto, Cerro al Volturno (IS) Festa di Piazza; Domenica 18 agosto, Gambara (BS) Festa di Piazza; Martedì 20 agosto, Saprisi (SA) Festival anni ’60; Mercoledì 21 agosto, Reda Faenza (RA) Sagra del Buon Gustaio; Giovedì 24 agosto, Giovinazzo (BA) Festa di Piazza; Lunedì 2 settembre, Settimo Torinese (TO) Festa di Piazza; Sabato 14 settembre, Borgosesia (VC) Festa di Piazza. http://www.casadei.it/

 

Sabato 29 giugno dalle ore 10 alle 19 alla Casina di Raffaello arriva la 2^ edizione della manifestazione

Gioco di Ruolo da Tavolo e di Miniature

Ecco “Roma SpringCon” a Villa Borghese

La Casina di Raffaello in Villa Borghese (Piazza di Siena), lo Spazio Arte e Creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, gestita in collaborazione con Zètema Progetto Cultura è lieta di ospitare sabato 29 giugno 2019 la 2^ edizione di Roma SpringCon! la manifestazione dedicata al Gioco di Ruolo, da Tavolo e di Miniature, organizzata da La Tavola Rotonda Associazione di Promozione Sociale.

Per tutta la giornata dalle 10.00 alle 19.00, bambini, ragazzi e adulti troveranno, allestiti all’esterno della Casina di Raffaello, oltre 20 tavoli dove sarà possibile giocare senza sosta e in modo del tutto gratuito, con Narratori e Dimostratori esperti pronti a far divertire tutti.

Ci saranno giochi sul mondo del piccolo popolo (Household), science fiction (Coriolis) ma anche Pirati e Zombie (7th Sea, The Moab), oltre che giochi legati alla letteratura come Conan il Barbaro e Vampiri la Masquerade e tanti altri. Si potranno provare anche due novità come Wingspan e Root,. uscite a PLAY: Festival del Gioco 2019.

Per i più piccoli, oltre a Pirati e Piccolo Popolo ed il più classico Dungeons & Dragons verrà ospitato l’evento Kids&Dragons, uno spin off progettato e pensato da un gruppo di ragazzi italiani che lo portano nelle scuole per migliorare l’interazione dei ragazzi tra loro, contrastando i fenomeni di bullismo ed emarginazione.

Tra i vari giochi presentati, due sono dedicati a Roma: Lex Arcana di Quality Games e Primi Re di Epic Party Games. I due giochi, parlano dell’epoca romana in ottica ucronica.

Infine una sessione speciale degli eventi Multi tavolo sarà dedicata a Codex Vanator che in questi ultimi mesi sta spopolando in tutta Italia. Basato sulle regole di Dungeons & Dragons, il gioco è pensato per ruotare intorno ai miti e leggende della città dove viene fatto. Per l’occasione il gioco è pensato proprio su Roma la cui storia, i suoi miti e le sue leggende non hanno bisogno di spiegazioni. Buon gioco a tutti!

ll Gioco, purché fatto con coscienza, è uno strumento importante nelle mani di adulti e bambini per una crescita sana e completa. Sempre più aziende, inoltre richiedono approcci di lavoro in team, la conoscenza di lingue straniere, abilità di problem solving. Il gioco di ruolo, quello da tavolo e quello di miniature tendono a migliorare proprio queste aree oltre a tante altre quali la socializzazione, l’interazione, l’apertura emozionale.

Come nella scorsa edizione inoltre, anche quest’anno l’evento intende dare il proprio contributo a scopo solidale e benefico. La Tavola Rotonda Associazione di Promozione Sociale partecipa infatti a All You can Play For Charity, iniziativa nata per sostenere la Lega Tumori Lilt e far crescere il centro di pediatria oncologica. Tutte le donazioni volontarie saranno destinate a questo progetto sociale per far sì che il gioco sia strumento per alleviare dolori ed offrire migliaia di mondi diversi a chi ha incontrato sulla propria strada un mostro da sconfiggere. Info e prenotazioni: http://www.latavolarotonda.org. Facebook: http://fb.me/apslatavolarotonda. Email: info@latavolarotonda.org

 

Un progetto realizzato dal gruppo DEED, libera il visitatore da qualsiasi guida, mappa o supporto

Visitare un museo avvicinando il dito all’orecchio?

Si può fare, al via al MAXXI la sperimentazione di Get™

Un progetto realizzato dal gruppo DEED, vincitore della prima edizione di MUSEUM BOOSTER HACKATHON, la maratona digitale promossa dal MAXXI per costruire il museo del futuro

Al via al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo la sperimentazione di Get™, un innovativo bracciale che, sfruttando la tecnologia di trasmissione sonora attraverso la conduzione ossea, consente al visitatore di accedere a contenuti audio di approfondimento sul museo semplicemente avvicinando un dito al proprio orecchio.

Il dispositivo ideato dalla società Deed ha vinto la prima edizione di MUSEUM BOOSTER Hackathon, l’annuale maratona digitale ideata e promossa dal MAXXI in collaborazione con Groupama Assicurazioni, con l’obiettivo di pensare e proporre prototipi di prodotti digitali che possano rinnovare l’esperienza del museo rendendolo più aperto, accessibile e accogliente.

Il progetto è stato poi realizzato e sviluppato da Deed con il supporto di Comeeta, acceleratore di startup innovative. Get™ torna adesso al MAXXI in via sperimentale: i bracciali saranno gratuitamente a disposizione dei visitatori per i prossimi tre mesi e potranno essere utilizzati per scoprire il museo, le opere e i tanti appuntamenti del programma estivo.

“Museum Booster è un programma di cui siamo molto orgogliosi – dice Prisca Cupellini, Responsabile Comunicazione MAXXI e ideatrice del programma – perché ci permette di sostenere e ospitare progetti originali e innovativi per migliorare, innovare e trasformare attraverso la tecnologia, l’esperienza dei luoghi di cultura”.

“Questa sperimentazione permetterà a Deed di svolgere un importante pilot nel mondo museale. Esporre get™ e la sua tecnologia in esclusiva al MAXXI rappresenta un grande traguardo per validare il nostro prodotto” dichiarano i fondatori di Deed, Emiliano ed Edoardo Parini.

Pierre Cordier, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Groupama Assicurazioni, commenta: “Siamo orgogliosi di aver creduto sin dall’inizio nel progetto Museum Booster, la prima edizione dell’Hackathon lanciato dal MAXXI con il quale collaboriamo ormai da diversi anni. Vedere oggi realizzato quello che pochi mesi fa era un entusiasmante progetto in fase embrionale conferma l’importanza di continuare a sostenere innovazione e cultura per migliorare l’esperienza museale.

L’appuntamento con il prossimo Hackathon sarà a L’Aquila nell’ottobre del 2019.

 

Tra i protagonisti del “Così fan tutte” al Royal Danish Theatre, la prima si terrà il 12 Novembre 2019

Il tenore Matteo Macchioni il 2 luglio

in concerto al “Sassuolo che incanta”

Un altro grande successo si aggiunge alla straordinaria carriera del tenore italiano acclamato dal pubblico e dalla critica di tutto il mondo MATTEO MACCHIONI.

È stato, infatti, ufficializzato il suo debutto nel ruolo di Ferrando nel “Così fan tutte” di Mozart al Royal Danish Theatre (Danimarca) nel Novembre 2019. La prima è prevista per il 12 Novembre, mentre le successive repliche si terranno 16, 20, 24 e 28 novembre.

Per tutte le informazioni in merito allo spettacolo è possibile consultare il sito ufficiale del Royal Danish Theatre al seguente link: https://kglteater.dk/det-sker/sason-20192020/opera/cosi-fan-tutte/?section=top

Prosegue, intanto, anche l’impegno con l’interpretazione di Don Ottavio nel “Don Giovanni”, in Germania. Matteo Macchioni calcherà il palcoscenico del Theater Friburg il 6 luglio e il 18 luglio. L’impegno del tenore con il teatro tedesco si protrarrà anche in autunno: Matteo Macchioni tornerà come guest all’interno del “Don Giovanni” di Mozart il 6 e 12 ottobre, il 3 novembre e il 29 dicembre.

Il 2 luglio Matteo Macchioni tornerà nella sua Sassuolo (MO), nell’ambito della serata “Sassuolo che incanta”, dove si esibiranno diversi artisti legati alla città di Sassuolo.

Il 13 luglio volerà di nuovo all’estero per partecipare alla stagione estiva del Festival di Erl (Austria) cantando nel “Guillaume Tell” di Rossini nel ruolo di Ruodi. L’opera andrà in scena in un’unica recita il 13 luglio.

Matteo Macchioni nasce a Sassuolo e inizia fin da bambino a studiare musica. Nel 2007 consegue, con il massimo dei voti, il diploma accademico di secondo livello in pianoforte, coltivando parallelamente lo studio e la passione per il canto lirico. Dopo il debutto nel 2010 al Teatro Giuseppe Verdi di Salerno nel ruolo di Nemorino dall’”Elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, diretto dal Maestro Daniel Oren e dopo aver calcato i palcoscenici di alcuni importanti teatri d’Italia, interpretando ruoli di rilievo in celebri opere liriche (Ernesto nel “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti al Luglio Musicale Trapanese, il Conte di Almaviva nel “Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini allo Stresa Festival e le performance al Teatro Sociale di Como, al Teatro Faschini di Pavia, al Teatro Ponchielli di Cremona e al Teatro Verdi di Sassari), si esibisce nel ruolo del Conte d’Almaviva ne “Il barbiere di Siviglia” al Teatro del Bicentenario di Lèon (Messico), al Teatro Semperoper di Dresda (Germania) e alla Royal Danish Opera House di Copenaghen (Danimarca), fino a proseguire con le interpretazioni di Don Ramiro in “La Cenerentola” di Gioachino Rossini alla Oper Leipzig (Germania) e alla Welsh National Opera (Regno Unito). Nel 2017 debutta al Teatro alla Scala di Milano ne “La gazza ladra” di Rossini (Isacco), diretta da Riccardo Chailly per la regia di Gabriele Salvatores. Tra i suoi impegni più recenti si ricorda l’interpretazione al Teatro Carlo Felice di Genova nel ruolo di Ernesto dal “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti.

 

Musica sull’Acqua” XV edizione dal 6 al 20 luglio 2019 Colico, Gravedona, Lecco, Morbegno

Movimento, e si vive il Lago di Como

Concerti, incontri, caffè letterari e molto altro

Sarà il Movimento il tema che segna l’edizione n. 15 del Festival Internazionale Musica sull’Acqua che dal 6 al 20 luglio animerà con concerti, incontri, caffè musicali, laboratori e atelier riservati ai più piccoli luoghi di grande fascino intorno al Lago di Como, come l’Abbazia di Piona a Colico, la chiesa di S. Maria del Tiglio a Gravedona, la basilica di San Nicolò a Lecco, cui si aggiunge il borgo di Morbegno alle porte della Valtellina. Protagonisti musicisti di rilievo internazionale, fra cui Alina Pogostkina una delle violiniste di maggior talento dei nostri giorni, Pablo Ferrández violoncellista rivelazione degli ultimi anni giovanissimo e già vincitore del XV Concorso Tchaikovsky, il violinista Julian Rachlin con una carriera internazionale trentennale, e la celebre bacchetta venezuelana Diego Matheuz, per il secondo anno consecutivo alla guida della MACH orchestra, formazione nata nel 2018 in seno al Festival, in cui giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo si confrontano e suonano insieme a musicisti prime parti di celebri orchestre internazionali, unendo le esperienze didattico musicali nate intorno al pensiero musicale di Claudio Abbado, con quelle del venezuelano Sistema Abreu.

Legandosi al percorso artistico triennale incentrato sul “Viaggio”, l’edizione di quest’anno approfondirà il viaggio visto da chi è costretto a percorrerlo sia fisicamente che spiritualmente; un “Movimento” forzato dell’anima e del corpo che porta a cambiare punto di vista e condizioni di vita… “Il Festival svilupperà un programma che affronta percorsi e movimenti di contaminazione sviluppati da artisti che hanno viaggiato per seguire la loro vena creativa formandosi e incontrandosi, condividendo esperienze con personalità e popoli diversi, giungendo così al culmine della loro capacità espressiva” spiega Francesco Senese direttore artistico del Festival, violinista dell’Orchestra Mozart. Da Reynaldo Hahn, compositore venezuelano quasi sconosciuto che migrò alla fine del ‘800 in Francia per sviluppare il suo talento musicale a George Enescu, rumeno, anch’egli migrante nei primi del ‘900 nella capitale culturale europea Parigi, da Dmitri Šostakovič russo e migrante nell’animo, ad Antonín Dvořák, ceco, che divenne “americano” per alcuni anni alla fine dell’800, dall’italiano Luciano Berio, con le sue Folksongs da varie parti del mondo, a Darius Milhaud, francese, con la sua Création du Monde, infine Ludwig van Beethoven, tedesco, ma compositore universale per eccellenza.

IL PROGRAMMA

Ad inaugurare il Festival sabato 6 luglio all’Abbazia di Piona (ore 21) un quintetto d’eccezione a partire dalla presenza del celebre violinista Julian Rachlin, per la prima volta ospite del Festival, insieme al violino di Francesco Senese, la viola di Sarah McElravy, il violoncello di Patrizio Serino e al pianoforte André Gallo. Apre il concerto il Quintetto in sol minore op. 57 di Šostakovič, scritto nel 1940, una pagina di chiarezza e limpidezza compositiva dopo lo sperimentalismo degli anni giovanili, cui segue il Quintetto in fa minore op. 34 di Johannes Brahms, che impegnò l’autore tedesco fra il 1864 e il ’65 in una gestazione travagliata e complessa che tuttavia portò alla scrittura di uno dei capolavori di musica da camera di tutto l’Ottocento e non solo.

Ancora all’Abbazia di Piona, domenica 7 luglio (ore 21), per il tradizionale appuntamento che chiude gli atelier del Festival, anch’essi quest’anno incentrati sul tema del “movimento”. Protagonisti i giovanissimi ragazzi che hanno seguito i laboratori di Christian Guyot per le percussioni, di Tony Lopresti per la parte mimica e di Velasco Vitali per il laboratorio artistico, cui si aggiunge la voce e la testimonianza di Joy Ehikioya, ragazza nigeriana ventiduenne, in Italia dal 2016 dove sta completando gli studi universitari. La sua storia, raccolta nell’Archivio dei Diari dei Migranti di Pieve S. Stefano in Toscana, e pubblicata per la casa editrice Terre di Mezzo, è messa in scena in quest’appuntamento del festival, con il titolo Joy “dita incrociate, occhi aperti, cuore che batte” in prima assoluta, con la musica di Felix Mendoza, la drammaturgia di Guido Barbieri e la scenografia di Velasco Vitali.

Di grande suggestione si preannuncia il concerto notturno di giovedì 11 luglio nella splendida cornice della Chiesa Santa Maria del Tiglio a Gravedona. Alle ore 22.30 una pagina di raro ascolto alla riscoperta di George Enescu e del suo giovanile Ottetto per archi op. 7, fra atmosfere ispirate dalla musica popolare rumena e quelle di tradizionale occidentale. Ne saranno interpreti otto musicisti di prim’ordine, a partire da Alina Pogostkina, per la prima volta ospite del Festival, violinista dall’eccezionale talento, vincitrice del Concorso internazionale Sibelius di Helsinki nel 2005 e da allora lanciata verso una brillante carriera internazionale. Con il suo prezioso violino Sasserno del 1717 realizzato da Antonio Stradivari, la Pogostkina sarà al fianco di alcuni dei tutor e docenti della MACH Orchestra provenienti da importanti orchestre, di cui alcuni sono prime parti: Alejandro Carreno (violino) e Aimon Mata (violoncello) dalla Simon Bolivar Symphony Orchestra, Francesco Senese e Giacomo Tesini (violini) dall’Orchestra Mozart, Chaim Steller anch’egli dall’Orchestra Mozart e dalla Gewandhaus di Lipsia, Simone Briatore (viola) dall’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia e Patrizio Serino (violoncello) dall’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Domenica 14 luglio ci si sposta all’Auditorium S. Antonio di Morbegno (ore 21) con il MACH ensemble, formazione ulteriormente allargata rispetto a quella ascoltata nell’Ottetto di Enescu, diretta per l’occasione da Massimiliano Tisano. Un concerto che affianca ritmi e melodie di diversa provenienza cui non mancheranno alcune rarità. Il programma si apre con La création du monde di Milhaud, una delle partiture più vivaci e originali negli anni Venti per la quale il compositore francese attinge dai ritmi e dalle melodie jazz conosciute nel suo viaggio in America. Un omaggio alle tradizioni popolari sono anche Folksongs di Berio celebre partitura del ’64 scritta per la voce di Cathy Berberian (e qui interpretate da Alda Caiello oggi una delle maggiori interpreti nel panorama europeo per la musica del Novecento e dei giorni nostri): una ricomposizione ritmica e armonica di undici canti popolari di varia origine, dagli Stati Uniti all’Armenia, dalla Sicilia alla Provenza… Chiude il concerto una vera rarità, il Divertissement pour une fête de nuit del musicista venezuelano Reynaldo Hahn, trasferitosi giovanissimo a Parigi, e che godette di una certa popolarità nella Francia del primo Novecento.

L’ultimo concerto, che si terrà sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, sarà nella Basilica San Nicolò a Lecco sabato 20 luglio (ore 21) con l’appuntamento che chiude il workshop della MACH Orchestra. L’anno scorso il debutto assoluto della MACH, diretta da Diego Matheuz, fu per l’inaugurazione del Festival. Quest’anno, sempre diretta dal direttore venezuelano, ne suggella il finale nel nome di Beethoven, con quell’energia vitale e quel sentimento di gioia che pervade il capolavoro della Settima Sinfonia op. 92, e un altro celebre pezzo, il Concerto per violoncello e orchestra op. 104 di Dvořák, solista Pablo Ferrández violoncellista classe 1991, talento rivelazione degli ultimi anni e già ospite dei palcoscenici più importanti nel panorama musicale internazionale.

I CAFFE’ DEL FESTIVAL

Ad arricchire ulteriormente il programma dei concerti, la serie di caffè musicali lungo lago, momenti di musica e aggregazione in alcuni bar, caffè ed enoteche di Colico (Enoteca Porvovino, L’Ontano, Seven Beach Bar). Sono incontri spesso con programmi a sorpresa, originali rielaborazioni musicali e rare esecuzioni (in programma anche musica di Nino Rota, Milhaud, Hahn), un’occasione per avvicinare il pubblico in maniera più informale alla musica e conoscere più da vicino gli artisti del Festival, fra cui piace segnalare il pianista Andrea Rebaudengo e il sassofonista Roberto Armocida graditi ritorni per questa nuova edizione del Festival.

Biglietti: 20 euro a concerto (posto unico), ridotto 15 euro.

Info: tel. +39 334 9277571 info@festivalmusicasullacqua.org tutto il programma su www.festivalmusicasullacqua.org

 

Il rocker protagonista del numero di Topolino con copertina, intervista esclusiva e tavole a fumetti

Ligabue diventa Liga Duck

e canta sul palco di Paperoli

Cosa accade se per una straordinaria occasione le Luci d’America si trasformano in Luci di Paperopoli? Tra una tappa e l’altra dello Start Tour 2019 (prossime date: il 28 giugno allo Stadio San Siro di Milano; il 2 luglio allo Stadio Olimpico di Torino; il 6 luglio allo Stadio Dall’Ara di Bologna; il 9 luglio allo Stadio Euganeo di Padova; il 12 luglio allo Stadio Olimpico di Roma), Luciano Ligabue fa una sosta storica nel mondo Disneyano e riceve la celebre attestazione di merito del fumetto di casa Panini Comics: un artistico colpo di matita lo “paperizza” e lo trasforma nel suo alter ego di Paperopoli, Liga Duck. Eccolo quindi suonare insieme al mitico Paperino sulla copertina di Topolino 3318 in edicola da domani, mercoledì 26 giugno, firmata da Alessandro Perina, perfettamente a suo agio nei panni di rocker in becco e piume.

All’interno del settimanale è presente un’intervista speciale al cantante fatta da Jacopo, batterista modenese di 9 anni, per l’occasione Toporeporter, ovvero giornalista sul campo: tra consigli da musicista, domande di vita quotidiana, battute sul calcio e pose a favore di obiettivo, il risultato è un mix di simpatia e intesa reciproca.

E dalla lunga chiacchierata avvenuta negli studi di Correggio sono nati anche gli spunti per le sceneggiature delle tre tavole a fumetti scritte da Francesca Agrati e Davide Catenacci per i disegni sempre di Alessandro Perina. Liga Duck, tra palco e disneyanità, convincerà Pico De Paperis a sperimentare l’energia pura della musica live, si farà aiutare dalla famiglia dei paperi (ottimi “compagni di viaggio”) a organizzare un concerto e regalerà sogni di rock’n’roll a tutti i suoi nuovi amici. Ovviamente il tutto interpretando le sue hit più famose… in versione disneyana: Luci di Paperopoli, Balliamo sul Melo, Gazzosa e Pop-corn.

 

Dal 25 luglio al 6 agosto – Montalto Marina (VT) l’ottava edizione

Revolution Camp 2019: musica e dibattiti

nel villaggio studentesco più grande d’Italia

È una distesa di tende che sorge all’ombra di una pineta, un rifugio dall’afa dell’estate dopo un anno passato sui libri ma anche un’esperienza di crescita culturale e politica il Revolution Camp, il villaggio studentesco più grande d’Italia.

Tra iniziative culturali, workshop e musica, districandosi fra i temi sociali di maggiore attualità, studenti di scuola superiore e università trovano nel Revolution Camp un fondamentale luogo di aggregazione in cui confrontarsi e crescere.

L’evento, organizzato dalla Rete degli Studenti Medi e dall’UDU – Unione degli Universitari, in collaborazione con iCompany, Arcigay Giovani e GFE (Gioventù Federalista Europea), arrivato alla sua ottava edizione, torna per il terzo anno sulle spiagge di Montalto Marina (VT), dove saranno coinvolti più di mille studenti provenienti da tutta Italia per ben due settimane di dibattiti con esponenti politici e culturali nazionali, mare, sport e tanta musica.

In particolare, i concerti del Revolution Camp 2019 organizzati dalle associazioni Rete degli Studenti Medi e Unione degli Universitari in collaborazione con iCompany, vedranno la presenza di:

28 luglio

La Rappresentante di Lista

Progetto che fonde scrittura, teatro e forma canzone, La Rappresentante di Lista è a oggi tra le nuove realtà più trasversali e interessanti del panorama musicale contemporaneo. L’energia che muove la ricerca della band prescinde dalla necessità di cristallizzare un genere e nella descrizione che gli stessi autori fanno della loro musica, definendola queer, è già presente questa continua trasformazione.

Ingresso a offerta libera.

30 luglio

Sxrrxwland + Garage Gang

I Sxrrxwland sono un collettivo artistico formato da Osore, Gino Tremila e Giovanni Vipra. Rispettivamente producer, creative director e voce, i tre hanno creato un sound unico nel suo genere. In campo musicale come in quello visuale, portano avanti un intenso lavoro di ricerca e sperimentazione: nelle armonie e nelle produzioni, nelle liriche e nei contenuti, nei colori e nelle forme, ogni aspetto è curato nel minimo dettaglio.

Con la Garage Gang invece, collettivo romano, la nostra line up sfonda definitivamente la barriera del LOL-trap, il genere che negli anni abbiamo conosciuto con Trucebaldazzi, Bello Figo e Don Capucino, Spitty Cash, Lil Angel$, e che abbiamo imparato ad amare.

Ingresso a offerta libera.

31luglio

Fast Animals and Slow Kids

“Animali Notturni” è il quinto album dei FASK, e segna un passo in avanti rispetto a quello che sarebbe potuto essere il loro percorso più scontato, ma anche quello più pericoloso. Questo disco invece sviluppa i capitoli precedenti nella stessa direzione, ma su un nuovo livello. Un disco che comunque parla di dolore, ma che viene alternato alla speranza e al miraggio in un dualismo molto più evidente che in passato.

Biglietti qui: http://bit.ly/RC-FASK.

01 agosto

Nayt + Shiva

Classe ’94, Nayt, al secolo William Mezzanotte, è entrato con grande determinazione nella lista delle novità più interessanti del 2018. Nonostante la giovane età, il nome di Nayt, nell’ambiente, circola da parecchio tempo, Nayt è riuscito a costruire un percorso solido e basato sui fatti e sulla coerenza, affermandosi come uno dei nomi più tecnici, prolifici ed innovativi nel panorama rap italiano.

Shiva, classe 1999, sta già facendo parlare di sé come uno degli artisti da tenere d’occhio per il futuro della scena rap italiana. Nel suo album “Solo” riesce a miscelare gli elementi della nuova onda trap a dinamiche più vicine al rap tradizionale. Laddove nella trap spesso la parola viene privata del suo significato, utilizzata solo per la sua musicalità sonora, Shiva è andato nella strada opposta dimostrando grandi capacità di scrittura.

Biglietti qui: http://bit.ly/RC_SHIVA-NAYT.

03 agosto

Eugenio in Via di Gioia

Quando gli Eugenio parlano di “Natura viva”, il loro nuovo album, si sente già aria di gran concerto: «Noi la osserviamo, la natura che vive. Scriviamo suonando la notte, in strada, osservando la gente che passa e ci guarda. E la gente che ti ascolta di notte ti ascolta veramente: in orari convenzionali sarebbe diverso, perché di giorno tutti hanno la testa da un’altra parte”.

Biglietti qui: http://bit.ly/RC_EIVDG.

Maggiori info su: www.revolutioncamp.it

 

Dal 21 giugno al 21 settembre musica, ballo, teatro, cinema e magia

L’estate Intorno” Torino si illumina

Attività culturali diffuse in tutta la città

Tanti gli venti di “L’estate Intorno”, il cartellone di iniziative e manifestazioni promossi per la stagione dalla città di Torino, di concerto con numerose realtà cittadine che hanno risposto a un bando lanciato dall’amministrazione.

Il calendario – proposto dall’Assessorato alla Cultura della Città di Torino in collaborazione con la Fondazione per la Cultura, grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo e Crai – presenta 9 punti estivi realizzati da associazioni culturali con il contributo della Città. “L’estate Intorno” offre idee a chi resta in città e ai turisti, come ha ricordato la sindaca Chiara Appendino, sarà un modo per scoprire luoghi e godere di attività culturali diffuse su tutto il territorio.

La volontà dell’amministrazione è stata infatti, con L’estate intorno, quella di non lasciare soli i soggetti con proposte di interesse per l’estate a Torino, impegnandosi a «imparare insieme come si costruiscono collaborazioni», come ha ricordato l’assessore Marco Giusta presentando il programma ed evidenziando il valore di un’esperienza di lavoro destinata a diventare patrimonio e a migliorarsi.

È un programma che raccoglie spazi e associazioni che in parte hanno già tagliato il nastro di partenza della programmazione per l’estate 2019. Protagoniste, tra le altre, saranno le case di quartiere e i centri giovanili, come ha sottolineato l’assessore alle politiche giovanili Marco Giusta «spazi per le serate dei giovani, e anche per riscoprire la città».

Tra le novità “La vie en rose”. Grandi voci al femminile, opera, jazz, rock, reading, la rassegna che accende i riflettori sull’arte femminile valorizzando un luogo storico della città, il Conservatorio Verdi, con quattro serate di eccellenze al femminile che esalteranno la poetica e la cifra artistica declinata secondo le donne. L’inizio è per il 3 luglio, con un calendario trasversale a tutti i gusti.

Quinta scenografica per le tante attività previste saranno alcuni parchi, insieme a luoghi di particolare rilevanza del patrimonio storico architettonico, come la Villa della Tesoriera, il Borgo Medievale, il Mausoleo della Bela Rosin. In questi spazi sarà possibile assistere a spettacoli di diverso genere, dal balletto al teatro, dal concerto al film agli intrattenimenti vari. Tra i tanti ci saranno appuntamenti di qualità capaci di soddisfare ogni esigenza di fruizione culturale e di trasformare Torino in un palcoscenico diffuso.

Zoe Community Festival si svolgerà fino al 27 luglio nel Cortile dell’ex caserma La Marmora: sarà una manifestazione condivisa, pensata e realizzata da 18 partner diversi: il Centro Giovani del quartiere insieme al Centro Anziani, scuole di ballo e di musica, una radio indipendente, associazioni sportive, organizzazioni giovanili, musicisti, scacchisti e cinofili.

Al Parco della Tesoriera è invece in corso fino al 21 luglio EverGreen Festival, con un calendario altrettanto ricco di concerti, interviste, teatro e spettacolo. Non mancheranno poi i film, che saranno i protagonisti di due rassegne dedicate. La prima è Un’estate al Cinema che si svolgerà fino al 26 settembre in diversi luoghi cittadini tra cui la Casa nel Parco, il Cinema Massimo, la Casa del Quartiere di San Salvario (dove il martedì e il giovedì si potranno guardare film in cuffia in modalità silent movie), la Cascina Roccafranca, R.A.F. Centro Diurno Momenti Familiari, il Centro Interculturale e Luoghi Comuni Porta Palazzo. 41 appuntamenti per un programma allestito grazie alle scelte del pubblico. Cinema anche in piazza Don Franco Delpiano poi con Cinema in famiglia – La finestra sul cortile, che proporrà serate in piazza fino al 31 agosto.

Sul palco esterno di sPAZIO211, in via Cigna 211, arriva Sun of a Beach un cartellone di concerti che, fino al 14 luglio, vede avvicendarsi le più promettenti band emergenti torinesi; Svincoli sarà invece fino al 30 luglio, la zona teatro dell’ex Cimitero San Pietro in Vincoli. A incrementare l’offerta artistica dei punti estivi saranno il festival Contaminazioni, dal 30 giugno al 14 luglio al Borgo medievale, mentre Maghi, incantesimi, illusioni. Il Borgo della Magia sarà il progetto dedicato alle arti magiche, protagoniste dal 18 luglio al 4 agosto sempre al Borgo Medievale.

Il sole dopo la pioggia splenderà dal 6 luglio all’8 settembre all’Imbarchino del Valentino, dove saranno proposte varie iniziative tra cui cinema all’aperto, musica live, dj set, performance e workshop creativi. Infine, il Mausoleo della Bela Rosin accoglierà, dal 27 luglio al 17 agosto, Per chi resta – Ti racconto… sì ti racconto, 15 appuntamenti con letture e spettacoli tratti da testi di grandi autori italiani e internazionali.

Il programma è disponibile online www.torinoestate.it

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.ilsalto.net/concerti-spettacoli-cinema-lestate-e-in-citta/
Twitter